Quantcast

Banner Gori
stadio san paolo napoli foto free wikipedia
SSC Napoli - rassegna stampa

Repubblica – Danni Stadio San Paolo: la Regione ha stanziato un milione, ma manca l’appalto!

Repubblica – Danni alla copertura dello Stadio San Paolo: la Regione Campania ha stanziato un milione di euro due mesi fa, ma manca la gara d’appalto!

Nei giorni scorsi, a causa dell’abbondante pioggia che si è abbattuta sulla città di Napoli, lo stadio San Paolo ha subito gravi danni alla copertura, realizzata ormai quasi 30 anni fa, in occasione dei Mondiali del ’90.
La gara di ieri sera, Napoli-Parma, è stata posticipata di mezz’ora per ultimare l’intervento di verifica.
L’edizione odierna de La Repubblica ha svelato alcuni dettagli sui fondi stanziati per risolvere questo problema, che sono però bloccati da circa due mesi:

“Interventi di manutenzione della copertura dello stadio San Paolo e opere accessorie”: ecco il progetto, per un importo di 1.248.592 euro, approvato a febbraio dal Comune e inserito nell’elenco delle opere di secondo livello per l’Universiade 2019 approvato a marzo. Si tratta dei cosiddetti interventi di secondo livello, elenco stilato dal commissario straordinario Gianluca Basile, che comprende tutte quelle opere che “pur connesse sotto il profilo materiale ed economico alla realizzazione del progetto sportivo”, potevano essere ultimate anche a manifestazione conclusa, in quanto non indispensabili al regolare svolgimento delle gare.
Che si dovesse mettere mano alla discussa copertura realizzata per i mondiali del 1990, quindi, era chiaro a tutti. Ma l’opera è stata rinviata perché il commissario straordinario e l’Aru hanno dato la massima priorità ai progetti necessari a far svolgere la competizione. A settembre però, in una nota inviata alla Regione, Basile ha ricordato gli altri interventi da portare a termine. Elenco approvato da Palazzo Santa Lucia a metà novembre per un importo di oltre 14 milioni e 654 mila ricavato dai soldi, circa 25milioni, avanzati dalla Universiade. E subito dopo lo stadio Collana del Vomero, spunta proprio la copertura del San Paolo. Progetto redatto e approvato, ma manca ancora di gara.
Appena saputo di quanto accaduto il capo di gabinetto Attilio Auricchio ha mandato subito al San Paolo Maurizio Attanasio, l’uomo che ha guidato la complicata operazione per la rimozione dei vecchi sediolini e la sistemazione in tempo record dei nuovi.
«Abbiamo utilizzato anche i droni per capire quanto accaduto e siamo intervenuti», spiega Attanasio. Con l’ausilio dei rocciatori dei vigili del fuoco sono emersi altri 4- 5 cupolini che erano traballanti e sono stati rimossi”. 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat