Quantcast

SSC Napoli - rassegna stampa

Di Natale: “Tifo Napoli per lo scudetto! Possibilità al 50%, prossimo weekend decisivo”

Le sue parole

Antonio Di Natale ha rilasciato un’intervista a La Repubblica: «La lotta scudetto vivrà un incrocio decisivo con le prossime sfide. La Juventus giocherà contro l’Inter a San Siro, il Napoli sarà di scena all’Artemio Franchi contro la Fiorentina. Dopo queste partite, avremo le idee più chiare».

Da napoletano doc, ovviamente sa già chi sostenere: «Tifo Napoli».

Sul mancato trasferimento in azzurro nel 2009«Non ho rimpianti. Mi sono trovato bene con l’Udinese».

L’attuale carriera: «Mi occupo della mia società, la Donatello Calcio che si trova a Udine dove vivo con la famiglia da quando ho lasciato il calcio giocato. Ho sempre voluto lavorare con i giovani e quindi sono soddisfatto. È una strada che mi piace molto».

Ancora sulla corsa scudetto: «Posso dire che il Napoli si è rilanciato alla grande con la vittoria di Torino contro la Juventus. Per noi napoletani vincere con i bianconeri in trasferta è sempre una gioia. Non capita spesso. Ma adesso bisogna guardare avanti».

Sul prossimo avversario del Napoli: «La Fiorentina ha collezionato un bel filotto di vittorie, poi ha perso due partite di fila, ma resta una squadra viva che vorrà fare bella figura contro gli azzurri».

Le percentuali: «Per ora siamo al 50% delle possibilità sia per la Juve che per il Napoli. Tra l’altro sono anche scaramantico da buon napoletano e quindi non aggiungo altro. Aspettiamo le prossime gare».

Su Insigne: «Certo. Sta dimostrando di essere un grande giocatore. Ora deve fare ancora di più nelle prossime 4 gare per centrare l’obiettivo tricolore».

Mertens invece non segna dal 3 marzo«È un attaccante forte e non bisogna drammatizzare. Sono periodi che capitano. È successo anche a me».

Il ritorno di Milik: «Ed è una buona notizia per Sarri. Parliamo di un giocatore forte che ha dimostrato le sue qualità da quando è rientrato dall’infortunio al crociato».

Quanti goal avrebbe segnato con l’attuale allenatore del Napoli: «Sarri pratica un bel calcio, è l’ideale per noi attaccanti. Mi sarei divertito nel tridente azzurro, ma devo dire che ho fatto tanti gol pure ad Udine con Sanchez, quando in panchina c’era Guidolin».

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania