Quantcast

SSC Napoli - rassegna stampa

Mauro: “Sarri ha reso Insigne più concreto, il numero di reti è aumentato”

Le sue parole

Le dichiarazioni di Massimo Mauro, ex calciatore del Napoli e della Juventus, al quotidiano sportivo Gazzetta dello Sport.

Dybala ed Insigne sarebbero stati protagonisti anche ai tempi di Platini e Maradona?

“Non è il caso di fare paragoni, ma la suggestione è forte. Si tratta di due elementi di indiscutibile talento, capaci di far emozionare la gente. Le loro parabole ricordano quelle dei più illustri predecessori, hanno un modo di girare la caviglia quando calciano e di indirizzare il pallone che è tipico dei grandi”.

Cosa manca, se manca qualcosa, a entrambi per la definitiva consacrazione?

“Mi sarebbe piaciuto se Dybala fosse stato decisivo nella finale Champions contro il Real, anche se va detto che neppure Platini e Maradona vincevano da soli e la squadra non lo ha particolarmente supportato. In quella gara, però, da lui mi sarei aspettato di più. Insigne, invece, come tutto il Napoli deve vincere qualcosa di importante: è bello veder giocare lui ed è piacevole ammirare la squadra di Sarri, ma adesso è arrivato il momento di collezionare titoli”.

Quanto c’è di Allegri e Sarri nella crescita di questi due talenti?

“Direi molto perché Allegri è stato bravo a trovare a Dybala una collocazione diversa in campo rispetto a quella che aveva ad inizio carriera e così lo ha responsabilizzato. L’argentino mi sembra perfetto per giocare dietro alla punta centrale. Sarri invece ha reso Insigne più concreto, ora ogni giocata è finalizzata da parte sua a incidere. Il numero di reti di Insigne da quando è arrivato Sarri è aumentato in maniera esponenziale, non può essere un caso. Certo, Insigne è stato agevolato dallo spostamento di Mertens in posizione di centravanti e dalla fine dell’alternanza con il belga”.

Come Platini e Maradona, però, entrambi sono specialisti sui calci da fermo. Mauro a chi affiderebbe una punizione decisiva al novantesimo, a Dybala o a Insigne?

“A nessuno dei due, piuttosto a uno tra Pjanic e Mertens. Secondo me i veri specialisti dei piazzati sono loro”.

 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania