Quantcast

dimaro 2018 giorno 16 ancelotti firma maglie napoli (3)
SSC Napoli - rassegna stampa

Ancelotti contro il Milan darà spazio ai nuovi arrivati: ecco come cambierà il Napoli

Carlo Ancelotti contro il Milan darà ampio spazio al turn over facendo giocare i nuovi arrivi

Il Napoli grazie alla vittoria sulla Lazio per 2-1 in rimonta può tirare un respiro di sollievo, dopo il pessimismo che accompagnava la vigilia di questa sfida. «Ottimo inizio, complimenti a Carlo e ai suoi ragazzi per la vittoria contro la Lazio», ha gioito con un tweet il patron azzurro Aurelio De Laurentiis, “col chiaro scopo di mettere in evidenza il feeling che si sta creando tra la società, Ancelotti e la squadra”, scrive l’edizione di oggi del quotidiano Repubblica.

Le critiche incassate nelle scorse settimane, hanno avuto l’effetto di ricompattare gli azzurri e spingerli a fare quadrato, piuttosto che demoralizzarli. “Dietro l’angolo c’è già il debutto al San Paolo contro il Milan degli ex Higuain e Reina e gli ultrà delle due curve hanno fatto sapere che continueranno la loro contestazione a De Laurentiis”, svela il quotidiano.

Per quanto riguarda il campo, la cura di Carlo Ancelotti comincia già a dare i suoi frutti:

 «Sono convinto che il Napoli possa crescere ancora, altrimenti non avrei preso in considerazione l’offerta di De Laurentiis e sarei rimasto a casa», ha ostentato ottimismo il nuovo condottiero azzurro, che sta tentando di aggiungere qualche cosa di suo ad alcuni dei capisaldi del ” Sarrismo”: dal pressing alto ai meccanismi della linea difensiva. «Nei miei piani c’è però un gioco più verticale, che ci permetta all’occorrenza di sfruttare meglio pure il contropiede». L’esperimento sulla carta più intrigante è il nuovo ruolo di Hamsik, utilizzato da regista alla Pirlo. In attacco invece il falso nueve non è più l’unica opzione, con il ritorno di Milik al top della sua forma e pure al gol. Work in progress, insomma. La prossima sfida di Ancelotti sarà allargare il turn over e dare spazio ai nuovi acquisti: da Fabian a Verdi e a Meret, 95 milioni in panchina a Roma. Con la Lazio l’allenatore ha scelto di ripartire con saggezza e successo dalla vecchia guardia. per non correre ulteriori pericoli. Ma il turn over, mai amato da Sarri, dovrà diventare un altro punto di forza del nuovo Napoli: anche per la felicità di De Laurentiis.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania