Quantcast

Banner Gori
SSC Napoli - primo piano

Sarri: “Sarrismo? “È un modo di giocare a calcio e basta. Traditore? E’ chi si sottrae”

La lunga intervista di Maurizio Sarri ai microfoni di Vanity Fair

Nei giorni scorsi l’ex tecnico del Napoli Maurizio Sarri aveva rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Vanity Fair. Oggi vi proponiamo un ulteriore passaggio delle parole di Sarri:

Chi è un traditore?

“Chi si sottrae. Chi fa prevalere l’obiettivo individuale sull’obiettivo collettivo. Perciò a me delle maglie piace la metà davanti, dove c’è lo stemma della società. Dietro c’è il nome del giocatore: quel lato mi interessa meno”.

Baciare la maglia?

“Perché privarsi di un atto d’amore in previsione di quello che succederà forse fra dieci anni? A Milano molti giocatori sono passati da qua a là. Sarebbe meglio non farlo in modo diretto, ma nel corso di una carriera può succedere.

Sarrismo?

“È un modo di giocare a calcio e basta. Sette anni fa avevo altre idee, magari in futuro le cambierò di nuovo. Nasce dagli schiaffi presi, dalla ricerca di soluzioni per ogni difficoltà. L’evoluzione è figlia delle sconfitte. Non solo nel calcio. Io dopo una vittoria non so gioire. Chi vince, resta fermo nelle sue convinzioni. Una sconfitta mi segna dentro più a lungo, mi rende critico, mi sposta un passo avanti”.

 

 

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie, segui vivicentro.it anche sulla pagina Facebook (CLICCA QUI)
Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Antonio Gargiulo

Antonio Gargiulo

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più