Quantcast

SSC Napoli - primo piano

Sarri: “All’andata abbiamo fatto una prestazione da cialtroni: è colpa di tutti. Vincere? Fino a domani non lo so”

Le sue parole in conferenza stampa

Maurizio Sarri ha parlato durante la conferenza stampa di presentazione del match di ritorno dei sedicesimi di Europa League che si giocherà domani tra il Lipsia e il Napoli: “Cosa ho detto ai miei? All’andata abbiamo fatto una prestazione da cialtroni, ed è colpa di tutti: mia al 70%. Non mi si piace che sia stata colpa di chi ha giocato meno, l’ambiente tutto comprensivo di staff e società ha sbagliato approccio. Dobbiamo entrare in campo con la voglia di rivincita, e con la speranza di avere episodi in grado di riaprire il discorso qualificazione. Mertens non ha nulla di grave, sino a domattina non so dire se sarà disponibile. Forse sì, vedremo. Percentuali di passaggio del turno? Sono palesemente a favore del Lipsia, dopo l’andata. Non ci deve interessare, se non otteniamo i due obiettivi primari è inutile pensarci. Quanto è importante il match nell’economia della stagione? Mentalmente il campionato è consistente, non siamo riusciti a ricaricarci. Non è una giustificazione, ma può succedere in un momento in cui non siamo nemmeno tanti. Portare in panchina i calciatori comporta sempre un dispendio di energie mentali, a livello di mentalità in campionato siamo dimostrando cuore ed attaccamento. Nelle altre manifestazioni no, non troviamo lo stesso livello di determinazione. E’ un salto che la squadra deve fare, dovremmo ampliare l’organico e cercare di fare qualcosa di diverso. Dobbiamo trovare continuità di sensazioni per crescere di mentalità, per affrontare tutte le competizioni nella stessa maniera. Reazione feroce negli allenamenti? Ho la fortuna di allenare una squadra inattaccabile sull’intensità degli allenamenti. E’ talmente continua in questo tipo di atteggiamenti che non mi dà neanche grandi indicazioni. Giovedì scorso avevo visto gli atteggiamenti di sempre, è stato un fulmine a ciel sereno. La saletta per fumare? La nostra società chiede sempre una sala per lo staff, se poi ci fanno fumare è meglio. Io ringrazio sentitamente (ride, ndr)”. Nicola Lombardo conferma: il Napoli ha chiesto se ci fosse una stanza per lo staff, il Lipsia l’ha resa possibile ma non soltanto esclusivamente per fumare. L’importanza di Zielinski? E’ un talento assoluto, tecnicamente di grande livello e con grandi doti fisiche. Se cresce a livello di personalità, decide lui dove giocare in mezzo al campo. Sarà il nuovo De Bruyne”.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania