SSC Napoli - primo piano

Paolo Cannavaro: “Sentii il San Paolo tremare, la Juve si può battere anche in rovesciata”

“Ricordo il 27 agosto 2006 come se fosse ieri”

Paolo Cannavaro, ex difensore e capitano del Napoli, riuscì nell’impresa di riagguantare la Juventus al termine dei supplementare della Supercoppa Italiana del 27 agosto 2006. L’ex Sassuolo, che come Simy e Cristiano Ronaldo segnò proprio in rovesciata ai bianconeri, ha rilasciato alcune dichiarazioni all’edizione odierna de La Repubblica.

Ecco le sue parole:

“La Juve si può battere pure con una rovesciata, certo: lo dico con cognizione di causa, una volta ci sono riuscito. Ma il 27 agosto del 2006 lo ricordo benissimo, come se fosse ieri. Ospitavamo i bianconeri in Coppa Italia e una rete di Del Piero nei supplementari ci aveva quasi condannato: 3-2 per loro. Vidi la gente che lasciava a testa bassa le tribune e mi ribellai a un finale già scritto, lanciandomi all’attacco. Il resto fu solo istinto, il pallone arrivò dalle mie parti e lo scaraventai in porta con una capriola, restando per un attimo a terra. Fu allora che sentii il prato del San Paolo tremare, come non mi sarebbe mai più capitato nella mia carriera…”

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania