Quantcast
Banner Gori
SSC Napoli - primo piano

Napoli, il pagellone del 2017: dal migliore al peggiore

Insigne fenomeno, Hamsik meglio di Maradona, Sarri incredibile stratega

Si è concluso ieri il girone di andata del campionato di Serie A che ha visto il Napoli laurearsi campione d’inverno, con una sola sconfitta subita contro la Juventus allo stadio ‘San Paolo’. Un girone d’andata in cui gli azzurri hanno ottenuto numeri strepitosi.

Ecco le valutazioni di ViViCentro:

Insigne 8: Il talento di Frattamaggiore ha trovato continuità, che con la classe e il talento già in suo possesso gli permettono di fare la differenza e vivere un momento strepitoso. FENOMENO

Hamsik 8: Ha avuto alcune difficoltà iniziali, ma la sua condizione è andata in crescendo col passare del tempo. L’apice è stato raggiunto alla sedicesima giornata quando ha eguagliato il record di gol di Maradona con la maglia azzurra. Poi l’ha distanziato ed è diventato il migliore. MARADHAMSIK

Mertens 7,5: Partenza al massimo come al solito, poi qualcosa si è inceppato ed ora è in astinenza di gol da troppo tempo per uno come lui: segnerà e lo farà a breve. SEMPLICEMENTE DRIES

Koulibaly 7,5: Un muro, insuperabile. Chiunque si trovi dalle sue parti ha vita dura, ha fermato i migliori attaccanti di questa Serie A come Immobile, Icardi e Dzeko. BLINDATO

Allan 7: Incontenibile. Corre, recupera, imposta ed ora segna pure. MASTINO

Callejon 7: Lavora come un forsennato su quella fascia: difende, recupera, scambia coi compagni e arriva sul fondo o a concludere in area. Gli manca il gol, ma è solo questione di tempo. FRECCIA AZZURRA

Jorginho 7: L’organizzatore del gioco del Napoli spazia per tutto il centrocampo. Ritrova anche il gol in Serie A con la rete decisiva di Udine. METRONOMO

Zielinski 7: Partito come centrocampista di riserva, si è dimostrato utile alla causa Napoli in qualsiasi ruolo, posizione e momento della gara. Ottimo il suo apporto durante l’infortunio di Insigne. DUTTILE

Ghoulam 7: Un inizio di campionato da paura con corsa, assist e gol. Poi il rinnovo di contratto, ma il grave infortunio al ginocchio ha frenato questo suo essere decisivo. FURIA

Albiol 7: Insieme a Koulibaly svolge un ruolo fondamentale per la protezione della porta dei Reina. L’esperienza è dalla sua parte. MURO

Reina 6,5: Non  sta rendendo secondo i suoi standard. L’uscita a vuoto nella gara di Champions a Donetsk può essere costata la qualificazione ai suoi, ma il suo campionato non si limita a questo. Tanti sono stati i suoi interventi salva-risultato. UOMO-RAGNO

Milik 6,5: Veniva da un grave infortunio, aveva recuperato e si stava ritagliando il suo posto poco a poco riuscendo a dare il giusto contributo alla squadra. SFORTUNATO

Diawara 6,5: Viene chiamato spesso in causa per far rifiatare Jorginho, sia in campionato che in coppa senza farlo rimpiangere. PREZIOSO

Hysaj 6,5: Il suo è un campionato più spento rispetto a quello dello scorso anno, ma ciò non toglie che il suo apporto risulti puntuale ed efficace. Anche sull’out sinistro. PRESENTE

Maggio 6,5: Si ritrova a 35 anni passati a dover correre e sgroppare a causa dell’infortunio di Ghoulam. L’impegno e il sudore non mancano mai. Si fa trovare pronto anche in fase d’attacco. SEMPREVERDE

Rog 6,5: Il croato si ritrova a ricoprire anche più di un ruolo: a volte sostituto di capitan Hamsik, altre di Allan, altre ancora come esterno d’attacco. POLIEDRICO

Ounas 6: Poco utilizzato, ma quando è stato chiamato in causa non ha affatto sfigurato. Tecnica e talento ci sono, manca solo un pò di esperienza tattica. TESORO

Chiriches 6: Difensore roccioso che ringhia agli avversari. Con le buone o con le cattive non permette a nessuno di superare la sua linea, salvo qualche piccola eccezione. Sfortunato nell’infortunarsi alla spalla. ROCCIOSO

Mario Rui 6: A causa dell’infortunio di Ghoulam, si ritrova buttato nella mischia nonostante una preparazione atletica non eccellente, ma l’impegno e l’abnegazione non mancano. DETERMINATO

Sepe 6: Chiamato in causa per l’infortunio di Reina, non ha fatto sentire la sua mancanza. Potrebbe essere lui il sostituto naturale del partente Reina? AFFIDABILE

Giaccherini 5,5: Non rientra nei meccanismi del gioco di Sarri e lo si capisce anche quando, con Insigne infortunato, gli preferisce Zielinski. SPRECATO

Rafael s.v.: Da terzo portiere non è riuscito a ritagliarsi un pò di spazio tra i pali, ma in ogni caso c’è sempre. ALLERTA

Maksimovic s.v.: Costato quasi quanto l’intera linea difensiva titolare, ha calpestato l’erba in pochissime occasioni, senza commettere particolari errori. DIMENTICATO

Tonelli s.v.: Tone…chi? Doveva essere uno dei difensori seguaci di Maurizio Sarri, suo tecnico ai tempi dell’Empoli. In un paio di apparizioni, riesce anche a timbrare il cartellino. OGGETTO MISTERIOSO

Sarri 8,5: Regista di una pellicola chiamata “Napoli”, regala spettacolo ad un popolo affamato di sogni che ora, grazie a lui, ne sta cullando uno ma importante. Spesso è radicato nelle sue idee tecniche più che tattiche, ma i risultati gli stanno dando ragione. REGISTA

a cura di Michele Avitabile

RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email
Tags

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più