Quantcast

Banner Gori
SSC Napoli - primo piano

Milik: “Rivedere il vero Napoli? Speriamo di sì, ma in questo momento c’è ancora tanto lavoro da fare”

Milik: “Rivedere il vero Napoli? Speriamo di sì, ma in questo momento c’è ancora tanto lavoro da fare”

L’attaccante del Napoli Arkadiusz Milik, è intervenuto a Radio Kiss Kiss, durante la trasmissione Radio Goal. Ecco alcune sue dichiarazioni:

“Vittoria col Perugia come la scossa per rivedere il vero Napoli? Speriamo di sì, ma in questo momento c’è ancora tanto lavoro da fare: abbiamo cambiato modulo dal 4-4-2 al 4-3-3, ci sono movimenti diversi da fare e bisogna capirli nel giusto tempo. Abbiamo migliorato l’uscita da dietro, ora ce ne vuole un po’ per lavorare sulle finalizzazioni in avanti. Vogliamo migliorare per portare risultati a casa.

Sette gol in campionato e tre in Champions? Non so se stiamo vedendo il vero Milik, spero di giocare ancora meglio. Sono felice dei miei numeri, ok, ma non sono contento per i risultati di squadra: siamo troppo in basso in classifica, vogliamo essere al top ed è il nostro obiettivo. C’è tanto lavoro da fare, speriamo di migliorare in tante cose a partire dal nostro gioco: portare tre punti a casa, dobbiamo iniziare sabato contro la Fiorentina.

Fiorentina? Vogliamo ritrovare la vittoria per migliorare la classifica, vogliamo fare di tutto per portare punti a casa e vincere. Stiamo migliorando il nostro gioco, ora ci vuole pazienza e lavorare ogni giorno. Speriamo di vincere sabato.

Lazio? Sarà difficile vincere la Champions, affrontiamo una squadra forte: allora abbiamo un altro obiettivo come la Coppa Italia, se c’è una possibilità dobbiamo sfruttarla.

Abbiamo grandi qualità, i ragazzi possono darci una mano a partire da chi ha fatto la storia del Napoli come Ghoulam, Koulibaly oppure Mertens e Callejon. Tutti sono importanti, speriamo che gli infortunati possano tornare presto perché sono fondamentali.

Il mio messaggio per Zaniolo? Mi dispiace tanto per lui, io mi sono rotto due volte e so che sono dei momenti brutti: dobbiamo prenderne atto, adesso bisogna passare la riabilitazione nel minor tempo possibile. Non so se ci sarà all’Europeo, visti i tempi ristretti, ma lo spero.

Europeo con la Polonia? Abbiamo giocatori forti, non siamo i favoriti però: nel girone abbiamo la Spagna che lo è, ci sono altre nazionali più forti sulla carta. Però in campo tutto è possibile: per ora mi concentro sul Napoli.

Demme e Lobotka? Due ragazzi che possono dare una mano, ma li ho visti troppo poco per dire qualcosa: allenamento e partite sono diversissimi, sono acquisti bravi e a quel punto non posso dire molto di più.

Tutta la squadra stima Gianluca Gaetano? Secondo me giocare in prestito gli farà bene, ha qualità ed è cresciuto molto con Ancelotti e con noi. Ha fatto un salto di qualità, ora è il momento di fare un passo indietro per farne due in avanti.

Barcellona in Champions? Una partita bellissima, sono quelle che aspetti tanto. La squadra più forte del mondo, lo sappiamo, ma abbiamo tanto rispetto e non paura nei loro confronti: giocheremo all’andata in casa, sarà difficile passare il turno ma ci proveremo”

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Vincenza Lourdes Varone

Vincenza Lourdes Varone

Diplomata al Liceo Classico "Plinio Seniore", successivamente laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Napoli, l'Orientale. Attualmente iscritta al corso di Studi Internazionali presso la stessa università, per il conseguimento della Laurea Magistrale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat