Quantcast

Banner Gori
SSC Napoli - primo piano

Callejon: “Vogliamo provare a vincere questo scudetto per la città, per tifosi”

L’attaccante del  Napoli José Callejon, ha parlato ai microfoni di Canale 8

L’attaccante del  Napoli José Callejon, ha parlato ai microfoni di Canale 8: “Mi piace giocare, mi trovo bene in campo. Mi stanco quando non gioco, sono felice di giocare sempre. Campioni di inverno? Per noi significa tanta fiducia, abbiamo fatto un buon girone di andata nonostante fosse difficile. Anche giocando con squadre forti, abbiamo vinto. Duro il girone di ritorno, ci saranno partite toste e dobbiamo andare a vincere fuori casa fino all’ultima giornata. Siamo noi e la Juve in avanti, ma ci saranno anche Inter e Roma per lo scudetto. Continuità e mentalità fanno la differenza.La mentalità su ogni cosa che fai è importante”.

Sulla Juventus: “Siamo sulla strada giusta. Dal primo momento Sarri ha cambiato la mentalità della squadra. Stiamo giocando bene ma non basta, dobbiamo essere più forti per andare avanti e provare a vincere questo scudetto”.

Su Benitez e Sarri: “Benitez ha portato tanti giocatori forti. Sarri ha cambiato la  nostra mentalità  e quella di gioco. Sono stati cinque anni importanti, sono arrivato giovane. Sarri mi ha fatto crescere, sono contento di stare qui e di giocare queste partite”.

Su Higuain: “Sono tanti anni che sono suo amico, qui è stato un grande calciatore. Ognuno ha i suoi pensieri, lui è andato là e noi siamo rimasti per vincere lo scudetto”.

Sui napoletani: “Dal primo giorno che sono arrivato qui la gente mi ha aperto le porte di casa, devo ringraziare la gente e tutti i tifosi, rende tutto più facile. Penso a tante cose, meglio vivere giorno per giorno, non puoi mai sapere cosa può succedere. Giochiamo partita dopo partita e alla fine vedremo”.

Sul 2017: ” E’ stato un anno importante, sono arrivato anche in Nazionale. Bisogna rimanere così e continuare così per andare forte”.

Hamsik: “Mi deve firmare la maglia [ride, ndr]. E’ la bandiera di questa squadra e della città, è importante il suo traguardo e per la sua carriera, lui è fortissimo. Bisogna averlo così,  un giocatore fortissimo”.

Sul 2018: “Sarà difficile ripetere l’anno, la Juve non molla mai, vince sempre e noi dobbiamo restare concentrati. Il girone di ritorno è sempre quello più difficile perché anche le squadre di bassa classifica non vogliono perdere per non retrocedere. C’è la giusta mentalità e così stiamo lavorando”.

Sulla Champions: “Stiamo diventando una squadra forte, tutti i giocatori che ci sono stanno miglirando. Peccato essere fuori dalla Champions, però vogliamo andare avanti in Europa League. Passare il turno con il Lipsia e arrivare fino alla fine”.

Su Insigne e Mertens: “Sono da cinque anni che gioco con Insigne e Mertens e ci conosciamo bene, Insigne è fortissimo e sa sempre che sono lì. Gli dico sempre mi vedi o non mi vedi, mettila lo stesso. Sono a secco di gol, però faccio molte cose belle per la squadra”.

Saluti finali: “Vogliamo provare a vincere questo scudetto per la città, tifosi e società, per noi stessi. Andiamo sul campo per vincere sempre. Non molliamo mai, io non mollo mai come i miei compagni se no li prendo a schiaffi”.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più