Quantcast

Carlo Ancelotti Napoli
SSC Napoli - primo piano

Ancelotti: “Contro l’Arsenal per indirizzare la qualificazione! Nessun malessere nell’ambiente, ma consapevolezza!”

Ancelotti: “Contro l’Arsenal per indirizzare la qualificazione! Nessun malessere nell’ambiente, ma consapevolezza!”

L’allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, è intervenuto nel corso della conferenza stampa prima della partita di Europa League contro l’Arsenal.
Queste le sue parole:

Pronti per domani? “Non saremmo qui altrimenti! Ma occorre chiarezza in questo tipo di gare, su quello che si deve fare sul campo soprattutto. Più chiarezza c’è, meno incertezze ci saranno”.

Ambiente teso?In questo ambiente non c’è malessere, qualche volta ci può essere incazzatura, ma non malessere. Abbiamo la consapevolezza di non aver fatto al meglio le ultime 2 partite. Contro la Roma però erano solo 9 giorni fa, quindi non c’è da preoccuparsi. Se ci concentriamo domani possiamo fare delle cose buone in campo

Che partita sarà contro l’Arsenal? “Domani dobbiamo difendere meglio, ma non significa che faremo una partita di difesa! Non sarà una gara decisiva, ma è una gara che indirizza la qualificazione. Potrà rendereci più o meno difficile il ritorno a Napoli, non credo che cambino i calendari all’ultimo (ride ndr.). Sono convinto che se difendiamo bene, difendiamo ancora meglio“.

Hai già battuto l’Arsenal in passato: “L’Arsenal di Emery è diverso da quello di Wenger. Sono due squadre diverse, sono arrivati giocatori diversi, ma i Gunners sono comunque competitivi in Premier e in Europa League. Siamo onorati di poter giocare questo quarto di finale”.

 Emery? Ha molta più esperienza di me in Europa League, ha tutta la mia stima. Domani sarà più difficile per noi con lui in panchina”.

Modulo? “Nella fase di costruzione può cambiare per noi a seconda della loro disposizione tattica, ma abbiamo provato varie soluzioni quindi non c’è problema”. 

Confronto con i tifosi…“Ho incontrato dei tifosi qui, gli ho detto che il mio approccio alle gare non è cambiato. Ma non è vero che mi sono infuriato negli spogliatoi dopo la gara, vero Allan? (Il centrocampista ride ndr.). Li porto in ritiro, è vero, ma dovete informarvi: era stato deciso già 5 giorni fa, sabato, prima della gara col Genoa. A chi invece poi mi vuole consigliare come gestire la squadra, gli dico di farsi i fatti suoi”.

La formazione sarà dettata dalla condizione fisica o dalla preparazione tattica?I giocatori stanno bene tutti, tranne Verdi che valuteremo oggi“.

Wenger? “L’ho incontrato a settembre, abbiamo parlato di parecchie cose: vino, cibo italiano e tanto altro (ride ndr.)”

Chelsea? “Non sono interessato al momento! Posso dire che Hazard è un grande giocatore ed è allenato da un grande manager!“.

Razzismo? In Inghilterra, quando ero al Chelsea, trovai un ambiente perfetto per il gioco del calcio. Non c’è violenza, non ci sono insulti Se i cori razzisti accadono qui in Inghilterra sono uno scandalo, se succede in Italia invece è la normalità! Se un giocatore viene insultato deve essere uno scandalo, dovremmo avvicinarci agli inglesi“.

Mertens-Insigne titolari? Sì, potremmo rivedere loro. Ma può esserci la sorpresa Ounas, può giocare Milik con Insigne, Insigne con Mertens, Mertens con Milik. Abbiamo tante possibilità”. 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania