Quantcast
Banner Gori
Fabián Ruiz Napoli-AZ
Podio Azzurro SSC Napoli - primo piano

Il Podio Azzurro di Napoli-AZ

Il Napoli si riaffaccia in Europa League dopo l’uscita di scena negli ottavi di finale contro l’Arsenal dell’aprile 2019. Gli uomini di Gattuso sono inseriti nel girone F con AZ Alkmaar, Rijeka e Real Sociedad. La prima giornata vede contrapporsi gli Azzurri e la squadra olandese che non può contare su ben 13 giocatori. In ogni caso gli ospiti riescono ad imporsi grazie ad una partita attenta e grazie all’inserimento sottoporta di De Wit.

Non è facile trovare giocatore ampiamente sopra la sufficienza in una partita giocata sottotono da tutti gli effettivi in campo.

Il Podio Azzurro

Medaglia d’oro: sul gradino più alto del podio c’è Fabián Ruiz. Finalmente sembra aver trovato il suo habitat naturale. Le chiavi del centrocampo sono nelle sue mani, anzi nei suoi piedi che riescono ad aprire tutte le serrature. Si mette in mostra per un paio di traccianti che prendono in infilata la retroguardia delle “Teste di Formaggio”, ma gli avanti Azzurri non hanno la solita lucidità. I pericoli nel primo tempo nascono esclusivamente dai suoi piedi. Chiama la sfera, la prende e la mette dove vuole. Secondo tempo non brillantissimo così come tutti i suoi compagni.

Medaglia d’argento: sul secondo gradino del podio c’è Matteo Politano. Si conferma come uno degli uomini più in forma dell’intera rosa. Sostituisce egregiamente l’infortunato Insigne nelle partite con Atalanta e Genoa. Nel primo tempo contro l’AZ cerca di inventare col suo sinistro ma la difesa olandese chiude bene gli spazi. Serve con un lancio lungo Osimhen che trasforma in gol concludendo con un ottimo diagonale di sinistro, ma l’arbitro ferma tutto: è offside. È proprio l’ex Inter a scoccare il primo tiro del Napoli verso la porta difesa da Bizot. Prova a sbloccare il risultato con uno schema da calcio piazzato ma Koulibaly non capisce le sue intenzioni.

Medaglia di bronzo: sul gradino più basso del podio c’è Giovanni di Lorenzo. Menzione che sa di premio per le ottime prestazioni nelle ultime uscite del Napoli. Non svolge solo il ruolo classico di terzino, qualche indicazione tattica di Gattuso lo porta spesso ad accentrarsi coprendo la parte centrale del centrocampo. Copertura e sovrapposizioni, le parole chiave del giocatore che da solo da tre stagioni gioca in serie A dopo tanta gavetta tra C e B con le maglie di Reggina, Matera ed Empoli. Si trova al meglio con Politano che a volte lo serve, altre invece sfrutta la sovrapposizione per liberarsi dal diretto marcatore.

Credit foto: profilo Twitter SSC Napoli

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Raffaele Galasso

Raffaele Galasso

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più