Quantcast
Banner Gori
SSC Napoli - approfondimenti

Visto dalla panchina – Mamma che fatica, ma si vince anche così!

“Quagliarella perchè segni sempre contro di noi?”

Buongiorno ragazzi, oggi la gara è importante e delicata. Regaliamoci un Natale da capolista. Diamo questa gioia ai nostri tifosi. Ora in campo, riscaldiamoci per bene.
Ragazzi dentro, l’arbitro ci vuole per il riconoscimento. Ora entriamo in campo. Determinati e concentrati. Ragazzi occhio a questa punizione, Ramirez è pericoloso. L’uruguaiano tira in porta e la palla termina alle spalle di Reina, la Sampdoria passa in vantaggio dopo soli due minuti di gioco. Al minuto numero nove, Callejon lascia partire un tiro da distanza ravvicinata ma non riesce ad insaccare e fallisce il pari. Dai Josè dai che lo fai, va bene così. Più tardi arriva il pari: lancio di Mertens per Callejon che trova l’opposizione di Viviano, ma Allan è lesto e raccoglie la ribattuta per il momentaneo 1-1.
26′ minuto di gioco, Ramirez si invola verso la porta, ma Hysaj lo atterra ingenuamente e costringe il sig.Massa a decretare il calcio di rigore: dal dischetto va l’ex Quagliarella che batte Reina per 1-2, ma non esulta. Pochi minuti e il Napoli pareggia. Mertens lancia Insigne che di destro colpisce male ma batte Viviano. Poco dopo arriva il gol del capitano con Allan che arriva sul fondo e serve Hamsik che realizza il 3-2 diventando il miglior marcatore della storia del Napoli. Cinque minuti dopo Quagliarella batte Reina in diagonale, ma l’assistente ferma il gioco per l’offside dell’attaccante di Castellammare di Stabia.
Dopo un minuto di recupero Massa manda tutti negli spogliatoi.
Bene ragazzi bravi per la reazione ma diamine fate attenzione a certe cose. Hysaj, in occasione del rigore, stava arrivando Albiol al raddoppio, non intervenire. Dai ora portiamo a casa questi tre punti.

Inizia il secondo tempo e il Napoli ci prova, Hamsik tira ma la palla va fuori. Mertens lo imita ma nulla di fatto, Viviano blocca il pallone. Allan prova a battere l’estremo difensore blucerchiato ma il suo tiro va alto sopra la traversa. Al 75′ minuto Quagliarella ha la palla del pari: si ritrova smarcato in posizione invitante dopo aver ricevuto un traversone sul limite dell’area. Il suo tentativo termina di un soffio largo oltre il palo destro.
Due minuti più tardi e il Napoli resta in 10 uomini, Mario Rui interviene duro su Ramirez e, già ammonito, riceve il secondo giallo e va negli spogliatoi. La Samp inizia a crederci e ad attaccare. Entra Zapata per Strinic, ma la gara scivola fino alla fine senza particolari sussulti e senza emozioni.
Dopo quattro minuti di gioco, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi, il Napoli batte la Sampdoria per 3-2 regalandosi un Natale al primo posto.
Bravi ragazzi così, va bene. Ora godetevi il Natale ma non esagerate, il 29 abbiamo l’ultima partita dell’anno, edè importantissima.

 

a cura di Michele Avitabile
RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Michele Avitabile

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più