Quantcast
Banner Gori
SSC Napoli - approfondimenti

Perché la Juventus non ha vinto già il campionato nonostante l’arrivo di Higuain

Oltre i pronostici

Nessun club è mai riuscito a vincere sei scudetti di fila in serie A. Nessuno. Dal Milan, all’Inter, passando per la Juventus, in una storia lunga di oltre 100 anni, since 1898. E non si tratta dei giocatori a disposizione, del talento e della forza, ma di altri -numerosi- parametri, quali le motivazioni, le ambizioni, la fama, la responsabilità, la pressione, il cuore, che alla lunga possono venire a mancare.

Il calcio non è matematica. 

Non lo è, per il semplice fatto che di empirico non c’è nulla. Non esistono assiomi, leggi scritte, formule magiche. 2+2 non fa sempre 4, e non c’è dimostrazione che tenga. Può capitare che l’ultima batta la prima della classe, che il Leicester diventi campione d’Inghilterra, che il Crotone salga in serie A. Certo, la programmazione, in questi casi, risulta fondamentale, così come tenere bene i conti. Prima il bilancio, poi il resto. Si parte dal fondo, dai giovani, si costruisce una grande squadra per dare il massimo e giocarsela per vincere. Anche la Juventus ha fatto così in questi anni. Silenzio e lavoro, lavoro e soddisfazioni: bisogna sentirsi i migliori, sempre, anche prima di diventare campioni. “Quest’anno neanche si gioca, il campionato è già assegnato”. 

Ma il calcio non è matematica. 

Non esistono sillogismi. Certo, con gli acquisti di Higuain e Pjanic per mister Allegri il tutto diventerà molto più stimolante, ma questo ragionamento dimostrativo regge solo sulla carta. Sarà poi il campo a valutarne la validità. Il fardello della Champions potrà risultare molto pesante da sostenere per i bianconeri, che potrebbero lasciare un po’ di strada in campionato. Il Napoli, intanto, avrà anche perso Gonzalo Higuain, ma potrà acquistare dalla Juventus targata Conte e Allegri- e non servono soldi, non ci sono clausole- i valori più importanti: la fame e l’etica del lavoro, la cultura del sacrifico e del silenzio. Silenzio.

Il calcio non è matematica. 

I 90 milioni di euro ricavati dalla cessione di Higuain non necessariamente potrebbero assicurare al Napoli il grande nome. Anche qui, il sillogismo è tutto da valutare. La società azzurra dovrà anzitutto dimostrare di credere nel progetto, esponendosi in prima persona, attraendo i calciatori. Bisogna ripartire potenti, partire dirompenti. E’ il momento, il momento della trasformazione, di una trasformazione in motricità, istantanea.

Il calcio non è matematica. 

La Juventus potrà vincere il sesto scudetto di fila, probabilmente ci riuscirà. Ma non sarà facile, il campionato non è morto. Il campionato non è mai stato così vivo. Il campionato 2016-2017 sarà una Juve imbattibile e un Napoli e una Roma che faranno di tutti per fermare i super favoriti, partita dopo partita, centimetro dopo centimetro. Nothing is given, everything is earned( nulla è regalato, tutto è guadagnato). Non fidatevi dei numeri. Ma di Lebron James sì.

RIPRODUZIONE RISERVATA 

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più