Quantcast

Carlo Ancelotti Napoli
SSC Napoli - approfondimenti

La Filastrocca Azzurra – L’anno è lungo, si rimedia: sempre che chi sta più su, freni un po’…

La Filastrocca Azzurra

Sotto il cielo di Marassi

Crollan ponti, piovon sassi

Siamo a Genova stasera

In una città che spera

Di poter ricostruire

Senza il rischio di morire

Mentre torni dalle ferie

Sotto un botto di macerie

Parton bene i blucerchiati

Corti e ben abbottonati

Mentre i nostri son distratti

Loro corron come matti

E Defrel si fa lanciare

Come un lampo va a segnare

Sembra il Napoli reagire

Con L’arciere può colpire

Palla alta sul bersaglio

Massa prende un grande abbaglio

Fischia e sceglie di annullare

Una rete regolare

Tutto il Napoli protesta

Senza perdere la testa

Va Lorenzo in progressione

Alta la sua punizione

Si avvicina la mezz’ora

E Defrel ci infila ancora

Che sfortuna per Albiol

Che fa quasi un autogol

I Doriani fanno festa

La panchina azzurra è mesta

Doppio fischio non è fallo

È soltanto l’intervallo Ancelotti cambia ai lati

Cross non ne so arrivati

Dentro Dries per dare spinta

Ed Ounas con la sua grinta

Ed invece trova un jolly

Uno di quei gesti folli

Proprio chi con noi ha giocato

E per noi sempre ha esultato Quagliarella lo stabiese

Una palla innocua prese

E con un colpo di tacco

La spedì fin dentro al sacco

Sigla un gol da cineteca

Mentre il Napoli la spreca

Anche Carlo giù in panchina

Sconsolato il capo china

Si dirà ‘non è serata’

Quella porta era stregata

Si dovrà ricominciare

Da domani a lavorare

Non è mica una tragedia

L’anno è lungo, si rimedia

Sempre che chi sta più su

Freni un po’ e non vinca più.

a cura di Fabiano Malacario

RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania