Quantcast

SSC Napoli - approfondimenti

Cento volte Marek Hamsik, un ragazzo d’oro

Cento volte Marek Hamsik, un ragazzo d’oro

Si racconta che quando lo videro per la prima volta al campo di allenamento di Castel Volturno, i soliti “intenditori” di calcio ebbero a storcere il naso; decretarono che quel ragazzino magrolino, con i capelli strani a cresta, fosse la conferma che il nuovo Napoli di De Laurentiis sarebbe stato un bluff. I milioni investiti non erano certo uno scherzo per un club che risaliva dal purgatorio della B, ben 5.5, ma quel giovanotto, cresciuto nelle giovanili del Brescia, era un predestinato. Il tocco di palla, i movimenti da fuoriclasse, il posizionamento sempre preciso, la visione di gioco assoluta, i passaggi in verticale realizzati con il contagiri: tutti elementi che non si insegnano a chi li esegue spontaneamente. Le sue doti avevano già attirato sul giovane slovacco l’interesse di tanti club importanti, non ultimo le milanesi. Il più lesto di tutti però fu proprio Pierpaolo Marino: la vecchia volpe del calcio nostrano, allora direttore generale del Napoli, era a Brescia per visionare Milanetto; scherzando dirà poi che a colpirlo e a convincerlo a puntare tutto su Hamsik, era stata proprio quella cresta irriverente, allora ancora non così diffusa tra i giovani. Quando si decise ad accontentare le esose pretese del Brescia, però, fu lo stesso presidente del club lombardo, Gino Corioni, ad affermare che l’affare lo stava facendo il Napoli. Mai parole furono più profetiche: nonostante il numero di maglia scelto, il 17, che all’ombra del Vesuvio non è visto di buon occhio e in barba alla scaramanzia, Marek è riuscito in questi dieci anni a diventare il punto di riferimento assoluto del Napoli, sempre al centro nevralgico di un progetto in continua evoluzione. Sono passati i fuoriclasse, i dirigenti, qualcuno che ha avuto fretta di baciare la maglia e altrettanta fretta di smetterla, ma lui no, la cresta orgogliosa sempre ben dritta, la mano sul cuore di quella che sente come una seconda pelle, la maglia azzurra. Non hanno scalfito questa fede qualche episodio ben triste di cronaca nera, qualche procuratore che subdolamente ha creduto di poter comprare la sua dignità di uomo e di sportivo, né i soliti commissari tecnici da bar, quelli che a un minimo errore sono pronti a dichiarare finito un atleta. Marek resta la bandiera del Napoli del nuovo millennio e ha stabilito qui la sua seconda casa. Adesso ha all’attivo 325 presenze ufficiali e ben 100 gol, ed è entrato di fatto e di diritto nella storia del club. Qualcuno prospetta per lui un futuro da dirigente azzurro, visto il ragazzo intelligente e posato qual è. Per adesso i tifosi si godono il capitano giocatore, faro del centrocampo e scugnizzo di adozione, sperando di poter presto coronare il sogno che ogni azzurro accarezza nel proprio cuore. Dopotutto, un ragazzo d’oro come lui, non merita di meno.

a cura di Fabiano Malacario

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di alfredopedulla.com ed è attualmente giornalista di CalcioNapoli24, caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web. Nella redazione di Radio Marte per il programma 'Chiamate Napoli 081'.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania