Quantcast
Banner Gori
Roma - news

Post Bologna Roma| Nainggolan salta la Champions. Di Francesco difende la squadra e Schick.

Post Bologna-Roma. Prestazione deludente di Schick e compagni. Entra Dzeko per il pareggio, Di Francesco difende la squadra: “Non sono soddisfatto del risultato ma di altre cose sì” 

Roma- La Roma frena nella corsa Champions. Reduce del pareggio al Dall’Ara, torna a casa con un magro bottino: un solo punto che consente alle inseguitrici di avvicinarsi, e un giocatore in meno, il Ninja.

Nainggolan esce dolorante nella prima frazione di gioco dopo uno scontro con Helander al 9’ minuto. Accusa un dolore alla gamba, continua a giocare ma al 17esimo chiede il cambio. Ha un problema al flessore della coscia destra, la situazione clinica è ancora monitorata. Per la sfida di Champions del 4 aprile, il belga probabilmente non volerà a Barcellona.

Eusebio Di Francesco, al termine del match, ai microfoni di Sky, commenta così l’uscita di Nainggolan: “Se uno come lui esce così, le sensazioni non possono essere positive. Parlerò con il medico ma uscire per un problema al flessore, non lascia pensare a cose positive. Poi lui è un “ninja”… e se molla lui...”. Non lascia dunque troppo spazio alle incertezze né alle speranze di vederlo a Barcellona.

Sull’impostazione della partita, il tecnico dichiara: “In tanti avevano bisogno di riposare, abbiamo creato tanto e abbiamo preso gol al primo tiro e abbiamo avuto l’occasione per fare altri gol”. E aggiunge: “Se avessimo vinto al novantesimo avremmo ricevuto complimenti, la mia analisi non può essere quella del tifoso o del giornalista. Non sono soddisfatto del risultato ma di altre cose sì”.

Sulla prestazione deludente di Patrik Schick, Di Francesco afferma: “Si è messo a disposizione della squadra, non possiamo buttare la croce addosso a lui. E’ un ragazzo che ha talento e va tutelato anche se deve migliorare. Ritengo che alcuni calciatori non possano fare tante partite consecutive: Dzeko doveva riposare. e Patrik si è messo a disposizione. Le scelte devi farle per forza. La dimostrazione è l’infortunio di Nainggolan e di Under nei giorni scorsi. Non va basata tutta la partita sulla prestazione di Schick. All’inizio tutta la squadra non mi è piaciuta per quello che ha fatto, non ha eseguito quello che avevamo preparato. Ha pareggiato tutta la squadra, Patrik è una risorsa e può piacere o meno ma mi auguro che presto i giudizi nei suoi confronti possano cambiare”.

Sull’atteso match del 4 aprile, Barcellona-Roma: “Non troveremo una squadra come il Bologna ma una che proverà a venirci a prendere. Saranno dinamiche completamente diverse”.

Edin Dzeko, ai microfoni di Sky, dichiara: “Nel primo tempo siamo stati troppo lenti nei movimenti senza palla, però abbiamo avuto qualche occasione e loro hanno segnato sul primo tiro. Ci sono altri giocatori che possono giocare al posto mio, come Schick che è giovane. Deve ancora giocare per crescere. Abbiamo perso due punti ma un punto preso oggi è sicuramente importante. Forse siamo stati distratti dalla Champions, giocheremo contro la migliore al mondo. Abbiamo però avuto qualche occasione per fare gol”.

Per vincere al  Camp Nou ci vuole una Roma più cinica, cattiva. Anche Edin è d’accordo: “Per forza, altrimenti è difficile”.

di Maria D’Auria

Copyright vivicentro common

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Maria D'Auria

Maria D'Auria

Giornalista campana di adozione romana. Laureata in giurisprudenza, impegnata nel sociale, appassionata di lettura, scrittura, fotografia. Collaboratrice della testata ViVicentro.it, referente per la Regione Lazio. Esperta di comunicazione, cronaca sportiva, inchieste, eventi.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più