Quantcast

Banner Gori
Roma - news

Conferenza stampa Di Francesco: “Dzeko e Kolarov? Domani giocano. Florenzi mi ha impressionato”

NOTIZIE AS ROMA – Alla vigilia di Roma-Udinese Eusebio Di Francesco ha, come di consueto, risposto alle domande dei cronisti presenti in conferenza stampa. Andiamo a vedere le sue parole:

Su Dzeko e Kolarov come intoccabili: “Domani giocano, con il Qarabag ed il Milan vedremo visto che ci sono anche dei viaggi di mezzo. Credo sia giusto che scendano in campo per la forza e la condizione messa in mostra nelle ultime partite.”

  1. Su Florenzi: “Ho cambiato la mia idea su di lui: mi ha impressionato per la sua predisposizione ad adattarsi. Lui non mostra mai insofferenza per i diversi ruoli, io immagino il suo ruolo ideale ma non ve lo dico qui oggi (ride, ndr). Sono contentissimo di allenare Alessandro e sono convinto che mi e ci darà grandi soddisfazioni.”

Sul rapporto con la piazza di Roma: “Le critiche o il gradimento ci sono da tutte le parti, l’importante è non partire prevenuti. Io sono qui per far crescere la Roma, non per me stesso; poi tutto il contorno cerco di farmelo scivolare addosso, il rapporto per quanto mi riguarda è ottimo. Sento l’affetto da parte di tutti.”

Sulle condizioni di Emerson Palmieri e Karsdorp: “Emerson oggi è ad Amburgo per controllare il ginocchio, sta andando secondo i tempi di recupero. Karsdorp ancora non è a posto fisicamente, deve ancora lavorare a parte.”

Sul gap con Juventus e Napoli: “Loro hanno il vantaggio della continuità, noi abbiamo cambiato tanto ma adesso stiamo recuperando convinzione e consapevolezza. Queste vittorie senza subire gol ci daranno più forza, io sono convinto di allenare una squadra forte, che può giocarsela con tutte. Domani spero di vedere ancora questo percorso di crescita di cui abbiamo bisogno.””Io credo molto nel collettivo, ed è quello che stiamo costruendo. Mertens e Dybala? Anche noi abbiamo ottimi giocatori, che si mettono a disposizione della squadra.” E su Defrel: “E’ arrivato come vice di Dzeko, pian piano lo riporterò in zona centrale. E’ una squadra in costruzione, sull’esterno sto alternando diversi giocatori, anche giovani. Quando rientrerà Schick, vedremo come muoverci.”

Sulla possibile riduzione del numero delle squadre di Serie A: “Non è una decisione che spetta a me, è chiaro che c’è un divario importante con alcune squadre che devono dimostrare di meritarsi la categoria. Comunque sono convinto che con il passare delle giornate questo divario diminuirà.”

Su Nainggolan: “Ieri ha lavorato con la squadra e sembra stare bene. Se oggi confermerà queste sensazioni verrà convocato e forse partirà anche dal 1′”

Sul turnover: “E’ una cosa valida solo se porta a dei risultati. Ho sempre parlato di due giocatori per ruolo, senza fare distinzione tra titolari e riserve. I ragazzi devono mettersi in testa che tutti sono indispensabili. Le alternative devono essere il valore aggiunto della Roma: anche chi si sente titolare inamovibile vedendo gli altri che crescono è chiamato ad alzare il proprio livello.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Claudia Demenica

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più