Quantcast
Banner Gori
Intervista a Eusebio Francesco
Di Francesco nel post Roma Porto 2-1
Interviste Roma Calcio Roma - news Serie A

Dichiarazioni di Di Francesco nel post Roma-Cagliari: “Molti tiri ma poca determinazione. Ci teniamo questi punti importantissimi”

Al termine di Roma Cagliari, Eusebio Di Francesco dichiara: “Ci è mancata la cattiveria, il cinismo, ma ci teniamo questi 3 punti importantissimi”

Roma- I giallorossi conquistano la vittoria contro il Cagliari al 94’, dopo un rigore fallito da Perotti e due bolidi di Nainggolan fermati dal portiere.

Una vittoria importantissima che rimette in carreggiata la squadra di Di Francesco rispetto alle squadre che lo precedono in classifica, complice la sconfitta dell’Inter capolista. Una vittoria difficile, quasi impossibile. Quando ormai si pensava all’ennesimo pareggio a reti bianche, ecco che Fazio strappa tre punti al 94’.

Ci teniamo questi 3 punti importantissimi– dichiara Di Francesco ai microfoni di Premium Sport, glissando sull’episodio che ha preceduto il gol.

Preferisce invece commentare la gara. “Vedo costruire tanto, e questo mi piace come mentalità. Dal punto di vista difensivo concediamo pochissimo. Abbiamo avuto la possibilità di fare gol prima ma non siamo stati cinici, cattivi. Se una squadra vince al 94’ si parla di squadra in difficoltà ma io non sono d’accordo”.

Non sembra ancora collaudato, a livello tattico, il binomio Dzeko-Schick. “Ho messo Schick per farlo crescere, non ha ancora una forma ottimale, ma per migliorare deve fare delle gare. Insieme a Dzeko devono affinare dei meccanismi”. Non benissimo, dunque, insieme. Ma si spera in qualcosa di buono a lungo andare.

Si fatica ancora a realizzare i gol. “Abbiamo fatto molti tiri ma con poca determinazione. Il primo tempo non mi è piaciuto tanto. Dobbiamo migliorare alcune situazioni come ad esempio Perotti che non deve abbassarsi tantissimo…”. E aggiunge: “Comunque abbiamo fatto una trentina di cross ma dobbiamo sicuramente migliorare. Alla fine abbiamo ottenuto quello che volevamo ottenere

Sulla decisione di mettere dal primo minuto in campo Nainggolan: “Voi pensate sempre alla partita contro la Juve, ma io so cosa vuol dire preparare questo genere di gare. A Roma tutti vogliamo fare gli allenatori e volevano tenere fuori Nainggolan. Ma c’è Strootman che non stava ancora bene per cui, nonostante l’ammonizione, ho voluto rischiare. Detto ciò, Radja l’anno scorso riusciva a piazzare sempre in rete i suoi forti tiri, quest’anno invece non entrano”.

Il secondo gol sbagliato da Perotti. Di Francesco difende il suo attaccante: “È il primo rigorista, quest’anno ha sbagliato 2 rigori ma chi batte i rigori può sbagliare, solo chi non fa non sbaglia”.

La prossima gara in calendario è mercoledì, in Coppa Italia, tra Roma Torino. Seguirà, in campionato, l’atteso match tra Juventus Roma. Due gare importantissime il cui obiettivo sarà fare gol, possibilmente tanti.

Di Maria D’Auria

copyright-vivicentro

 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Maria D'Auria

Maria D'Auria

Giornalista campana di adozione romana. Laureata in giurisprudenza, impegnata nel sociale, appassionata di lettura, scrittura, fotografia. Collaboratrice della testata ViVicentro.it, referente per la Regione Lazio. Esperta di comunicazione, cronaca sportiva, inchieste, eventi.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più