Quantcast
Banner Gori
Olimpiadi

Olimpiadi Rio 2016: Nuoto. Il pagellone delle italiane. Federica: 8! In gestione per l’oro?

Il pagellone del nuoto italiano nella terza giornata alle Olimpiadi di Rio 2016 (lunedì 8 agosto):  un buon lunedì con un’ottima Federica. Deludenti Mizzau, Trombetti e Franceschi

ALICE MIZZAU 4.5: 400 o 200 cambia poco. I tempi (poco più di un anno fa) in cui se la giocava con Fede sono lontanissimi e sperare in una prestazione positiva in staffetta appare utopistico, a tal punto che l’obiettivo a questo punto è diventata la finale, neanche più quella medaglia che sembrava alla portata dopo l’argento mondiale dello scorso anno e l’oro europeo dell’anno prima. E’ stato un anno travagliato, è vero, ma questa versione è troppo lontana dalla miglior versione di Mizzau.

LUISA TROMBETTI 5: la reazione c’è stata, il risultato però è mediocre a confermare una condizione approssimativa in vista dell’appuntamento più importante. Si vede che ha smaltito la dose di emozione forte che provoca un’Olimpiade a chi si presenta senza appuntamenti mondiali alle spalle ma non basta. 2’14”, a un secondo dal personale, la fa scivolare fuori dalle prime 16: obiettivo fallito.

SARA FRANCESCHI 4.5: passo indietro rispetto ad un già non esaltante 400 misto. Mai in partita, scende in vasca sapendo già come va a finire e non combatte, arrivando staccatissima dalle prime con un 2’15” che non è il massimo. Tutta esperienza? Se la mettiamo così va bene ma resta qualche rimpianto per un’occasione gettata al vento.

FEDERICA PELLEGRINI 8: se l’obiettivo era risalire sul podio a otto anni dall’oro di Pechino, diciamo che, alla luce di quanto visto in batteria e semifinale, a meno di sorprese incredibili e controprestazioni inaudite, l’operazione è alla portata della Divina. Se l’obiettivo è vincere diciamo che l’asticella è molto alta. Davanti ci sono due fenomeni che quando decidono di cambiare passo se ne vanno nella semifinale che è una prova generale. Lei, però, ha la capacità di annusare la preda, di dare il massimo quando conta e sembra avere le energie per farlo. La semifinale di oggi ha detto che uno spiraglio c’è, piccolo o grande che sia. Serve la gara perfetta!

In Italia è la Rai che detiene i diritti in esclusiva per la trasmissione delle gare olimpiche: tre i canali che garantiranno una copertura completa degli eventi. 

Rai 2 come canale olimpico di riferimento, dedicato in particolare agli atleti azzurri.
Su Raisport 1 la diretta delle discipline individuali, come atletica, nuoto, tuffi, scherma, pugilato e ginnastica.
Raisport 2, invece, si concentrerà sugli sport di squadra come basket, volley, beach volley, calcio, pallanuoto e rugby.

La copertura quotidiana comincerà alle 14 ora italiana e terminerà intorno alle 5.30 del mattino successivo

vivicentro.it/sport/Olimpiadi Rio 2016   –  Stanislao Barretta/redazione sportiva / Enrico Spada/oasport

Print Friendly, PDF & Email
Tags

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più