Quantcast

Sotto La Lente

Juve Stabia – Melara a “30 Minuti con le Vespe”: I miei assist al servizio della squadra. Qui per fare bene nei playoff

Protagonista della rubrica “30 Minuti con le Vespe, in casa Juve Stabia, è stato Fabrizio Melara. L’esterno gialloblù ha risposto alle curiosità dei tifosi stabiesi.

Queste le parole di Melara:

La mia carriera è stata contraddistinta da tanti sacrifici ma da altrettante soddisfazioni. Ricordo con piacere ogni esperienza e vittoria, ma ovviamente la doppia promozione col Benevento è un qualcosa di straordinario, che resterà a lungo in me.

Sono arrivato alla Juve Stabia con tanta voglia di fare bene e dopo una valutazione lunga ma penso corretta. Ad incidere sulla mia scelta anche la voglia del Patron Manniello di avermi in gialloblu: il suo corteggiamento andava avanti da anni.

Ho trovato un gruppo compatto e composto da tanti ottimi ragazzi; ho legato con tutti, in particolare con Vicente e Marzorati, arrivati a gennaio come me e con cui ho condiviso molti momenti in albergo. Ho un bel rapporto con tutti, anzi cerco di essere utile con la mia esperienza, soprattutto ai ragazzi più giovani. In questa fase della carriera ogni consiglio può essere determinante.

Fabio Caserta? È un ottimo allenatore, preparato e che fa sentire tutti importanti.

L’obiettivo è dire la nostra nei playoff, conquistati a seguito di una striscia vincente e meritata. Non vogliamo fare la comparsa negli spareggi ma lasciare un segno importante. Conterá scendere in campo con la giusta cattiveria e con tanta fame.

Mantenere il quarto posto sarebbe fondamentale, e per questo dovremo scendere in campo a Reggio Calabria senza fare calcoli. Se perdessimo la quarta piazza saremmo costretti a giocare già venerdì e dal punto di vista fisico sarebbe molto probante. Negli spareggi promozione temo molto il Trapani, meno il Catania anche per un discorso di età media degli etnei.

Ad oggi non posso dirmi soddisfatto del mio rendimento alla Juve Stabia. Ho avuto qualche problema fisico che mi ha costretto a stare fuori per un po’, condizionando il mio rendimento. Dopo aver giocato pochissimo e essermi fatto male, non è semplice trovare la condizione fisica ideale.

Le Vespe? Sono un’ottima squadra, tra l’altro Castellammare è un ambiente ambizioso ma dove è possibile lavorare con serenità, aspetto molto importante. Nei playoff l’entusiasmo dei giovani in squadra, misto alla esperienza di noi più esperti, può essere decisivo.

Altro fattore rilevante è la Curva Sud, che ci sostiene sempre al massimo dandoci una grande mano. Ovviamente farebbe piacere avere più tifosi sugli spalti del Menti, ma chi viene ci fa sempre sentire il proprio sostegno.

Sarebbe bello ripetere quanto successo a Benevento, dove all’inizio il pubblico al seguito della squadra non era numeroso, salvo poi riempire lo stadio nella finale con il Carpi. Il sogno nel cassetto non può che essere centrare la promozione con la Juve Stabia.

Il gol? Mi manca ma solo relativamente. Sono un calciatore che apprezza anche l’assist e che cerca spesso di mandare in rete gli attaccanti. L’importante è essere utili alla squadra, che sia con reti o assist.

Sono tifoso della Lazio, squadra in cui ho fatto tutto il settore giovanile e con cui ho anche esordito in Coppa Uefa. Il mio idolo di infanzia era Alen Boksic, fortissimo; mentre oggi il calciatore di riferimento è Cristiano Ronaldo.

Pregi? Sono solare, ordinato e generoso; tra i difetti metto la testardaggine, la pignoleria e la pericolosità.

Sono sposato e ho un bimbo di tre anni, Eduardo. Lui e mia moglie sono rimasti a Benevento, dall’anno prossimo si trasferiranno con me qui a Castellammare.

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania