Quantcast

Banner Gori
Luigi Viola - Juve Stabia
Sotto La Lente

ESCLUSIVA – Juve Stabia. Viola: Basta con gli autogol, anche se ogni volta che arrivano vinciamo. Speriamo di arrivare ancora più in alto (VIDEO)

La nostra redazione ha intervistato in esclusiva Luigi Viola, perno del centrocampo della Juve Stabia. Il mediano napoletano ha analizzato il momento delle Vespe e fatto un suo bilancio sulla stagione in corso

Queste le parole di Viola:

L’ultima gara di Fondi ha dato un segnale importante dopo un inizio di 2018 non del tutto positivo. Cosa hai pensato dopo l’autorete? Purtroppo in questa stagione ce ne stanno capitando parecchi di episodi negativi; personalmente è la mia seconda autorete ma noto che ogni volta che faccio autogol vinciamo..quindi in un certo senso ben vengano questi episodi per me! Fortunatamente siamo stati bravi e caparbi a ribaltare il risultato credendoci fino all’ultimo. Sono andato anche vicino al gol, nella porta giusta, ma non ho calciato bene; punto a riscattarmi già domenica.

Domenica arriva il Bisceglie, contro cui all’andata non fu una grande gara, C’è voglia di riscatto? Assolutamente sì, anche perché all’andata ero ancora condizionato dalla lunga squalifica, immeritata, rimediata dopo la gara di Andria. A Bisceglie non abbiamo giocato bene e quella sconfitta è stata meritata, anzi, forse è stata l’unica senza appelli di tutto il campionato. Abbiamo voglia di dare continuità alla vittoria di Fondi.

Il mercato ti ha portato via Francesco Lisi, l’amico di sempre. Sì, spiace un po’ visto il nostro legame, ma fa piacere per lui. Ci sentiamo ancora spesso, proprio ieri mattina l’ultima volta, e sono contento che a Pisa si stia trovando bene, come del resto stava bene anche alla Juve Stabia. Con Francesco c’è un rapporto che va oltre l’aspetto professionale e gli auguro il meglio.

Fin da ragazzo sei stato portato a giocare, entrando subito, e restando dieci anni, nelle giovanili del Piacenza. Chi ti ha spinto al calcio? E’ una passione nata con me ed alimentata da mio padre; poi da buon napoletano ho passato tanti pomeriggi di infanzia in strada a giocare con i miei amici del tempo. Nei primi anni di carriera giocavo più avanti, come trequartista, poi col passare del tempo ho fatto “retromarcia” abbassando il raggio d’azione, ma ho giocato anche da esterno.

Mister Caserta conosce come pochi il ruolo di centrocampista, come ti trovi con lui? Nessuno meglio di lui può dare consigli a noi centrocampisti; ci spiega tanto anche dei dettagli: la postura del corpo, il modo di calciare ecc. Ci fa stare tutti sulla corda, facendoci sentire importanti. L’idolo di sempre invece per me è Daniele De Rossi.

Da napoletano, come ha detto Simeri, è una motivazione in più giocare per la Juve Stabia? Assolutamente; per chi è campano e della zona, la Juve Stabia rappresenta una squadra importante che si conosce fin da bambini, quindi è una responsabilità in più indossare la casacca gialloblù. Tornando a Simeri, sono molto felice per lui; si è messo alle spalle un periodo non proprio positivo portandoci alla bella vittoria di domenica.

Le partite da ricordare e da cancellare con la maglia della Juve Stabia? Da eliminare senza dubbio l’esordio in campionato di Andria, con un’espulsione esagerata e la squalifica di tre giornate decisamente severa. La gara più bella invece è, per ora, quella al Menti con la Reggina; partita vinta in rimonta grazie anche ad un mio gol.

Obiettivo stagionale? Non ci scomponiamo. L’ambizione è quella di arrivare sempre più in alto insieme alla squadra, giocandoci poi le nostre carte fino alla fine. Personalmente vorrei continuare così, magari segnando qualche gol in più.

L’arrivo di Vicente? E’ un calciatore che conosco bene, avendolo incontrato da avversario tante volte. Bruno è un ottimo ragazzo ed un gran calciatore. Ci darà una grande mano, come dimostrato già contro il Fondi.

Un messaggio ai tifosi? Posso dire che quando venivo a Castellammare da avversario, era davvero difficile giocare al Menti perché la tifoseria lo rendeva una bolgia. Spero che possano venire allo stadio sempre più tifosi a sostenerci, conquistati con le nostre prestazioni. A Castellammare sto molto bene e spero di rimanere qui a lungo.

Al Presidente Manniello va invece il mio in bocca al lupo per la campagna elettorale. Ha dato tanto alla città di Castellammare ed alla Juve Stabia e meriterebbe di coronare le sue ambizioni.

Si ringraziano Luigi Viola e l’Ufficio Stampa della Juve Stabia

Riproduzione riservata e consentita solo previa autorizzazione della redazione di ViViCentro.it

Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più