Quantcast

Sotto La Lente

ESCLUSIVA – D’Auria: “Apprezzo la fiducia di Caserta: ora voglio il gol. Inter? Che esperienza! Con Viola e Simeri, ottimo rapporto”

Queste le sue parole in esclusiva a ViViCentro

Gianluca D’Auria, calciatore della Juve Stabia, è stato raggiunto, in esclusiva, dalla redazione di ViViCentro e queste sono le sue dichiarazioni:

Una sconfitta dura da digerire quella di Cosenza, come te la spieghi? “Sì, a Cosenza abbiamo sciorinato una pessima prestazione, perdendo amaramente per 1-0. Ottimo primo tempo poi nella ripresa non siamo riusciti a pungere, incassando il gol. Dispiace, potevamo fare di più, ma ora bisogna guardare avanti. Sabato al Menti arriva il blasonato Catania, da prenderlo con le molle e affrontarlo con la massima concentrazione”.

Però, guardando al personale, nell’ultimo periodo Caserta ti sta dando spazio: sei soddisfatto di quanto stai facendo? “Sono molto soddisfatto. Ultimamente il mister mi sta dando fiducia, facendomi giocare spesso. Negli ultimi due incontri sono subentrato a gara in corso, mentre sabato contro la squadra di Braglia, ho avuto l’opportunità di mostrare le mie qualità dal primo minuto. Ho cercato di dare il massimo per aiutare la squadra e mi auguro di continuare su questa strada”.

Manca però un gol ora… “Per gonfiare la rete devo scendere in campo. Spero che il tecnico mi dia ancora la possibilità di dare il mio contributo e magari ripagare la sua stima timbrando il cartellino”.

Dalle giovanili del Napoli a quelle dell’Inter: cosa ti ha lasciato ognuna di queste esperienze e quanto ti ha formato? “Ambedue esperienze mi hanno insegnato tantissimo. Quello dell’Inter è il settore giovanile più importante d’Italia, o addirittura d’Europa e sono contento di aver avuto l’occasione di farne parte. Se sono approdato a Castellammare è solo grazie a queste due avventure che mi hanno formato come calciatore”.

Monopoli-Lucchese, poi Lucchese e ancora Monopoli, cosa è accaduto in quel periodo? “Nella passata stagione sono stato i primi sei mesi a Monopoli poi a gennaio, durante il mercato invernale, sono andato via per giungere a Lucca. E’ stata una mia scelta, in Puglia non mi sentivo a mio agio e spinto dall’interesse del direttore Obbedio, ho deciso di cambiare aria, accettando la proposta di indossare la maglia della Lucchese dove mi sono trovato benissimo”.

Un’alternanza di risultati, serve dare continuità per indirizzare la stagione verso l’alto: cosa manca secondo te? “A mio avviso non manca niente. Lavoriamo sempre sodo per arrivare pronti alle gare. Stiamo attraverso un periodo un po’ buio in cui tutto ci si ritorce contro. Sabato se avessimo giocato in casa sono sicuro che il risultato sarebbe stato tutt’altro. Il campo era in pessime condizioni e la rete subita è stata frutto di sfortuna, un doppio rimpallo che ci ha tagliato le gambe”.

Ora serve il riscatto interno, al Menti…contro il Catania! “Ovvio. La sfida di sabato contro il Catania non sarà semplice, ma faremo di tutto per conquistare l’intera posta in palio. Gli avversari non avranno vita facile, al Menti spinti dal sostegno del nostro pubblico, abbiamo una forza incredibile”.

Arrivato negli ultimi momenti di mercato, che gruppo hai trovato? “Ho trovato un gruppo unito e compatto che mi ha accolto alla grande. All’inizio non è stato semplice inserirmi in una squadra già formata da molto, ma essendo composta da tanti giovani, il mio adattamento è stato tutto in discesa. Tra noi c’è molta sintonia, ridiamo e scherziamo come se fosse stato sempre così”.

Con chi hai legato di più? “Ho legato con tutti, però essendo napoletano come Viola, Simeri e Polverino, con loro ho un rapporto più stretto. La nostra amicizia va oltre il campo, viaggiamo spesso insieme verso casa”.

Paponi e Simeri, doppio infortunio: serve inventarsi qualcosa ora… “Per fortuna Simone sta recuperando e dovrebbe far parte dei disponibili in vista del match contro i siciliani. Paponi, invece, starà fermo ai box ancora per molto. Chiunque scenderà in campo per sostituirlo farà di tutto per non farlo rimpiangere”.

a cura di Ciro Novellino

RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di alfredopedulla.com ed è attualmente giornalista di CalcioNapoli24, caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web. Nella redazione di Radio Marte per il programma 'Chiamate Napoli 081'.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania