Quantcast

Pagelle di Andrea Alfano
juvestabia - news

Reggina vs Juve Stabia le pagelle dei gialloblù

Per la Juve Stabia quest’oggi spiccano Strefezza e Melara, l’unico non sufficiente è Pietro Dentice.

La Juve Stabia conquista un buon punto al Granillo di Reggio Calabria e chiude il campionato regolamentare al 4 posto, buona la reazione al vantaggio della Reggina siglato dall’ex Mezavilla.

Questi i voti dei ragazzi adoperati dal duo Caserta – Ferrara:

Branduani 6: non può nulla sul gol di Mezavilla ha un momento di follia quando atterra Bianchimano, per il resto ordinaria amministrazione.

Dentice 5,5: paga ancora una volta i continui infortuni, ci mette tanta buona volontà ma non basta.

Franchini 6: chiamato in causa risponde presente.

Redolfi 6: nessuna sbavatura ricorda il calciatore visto a inizio stagione.

Bachini 6: buona prestazione in una partita semplice e lui che ha le redini della difesa, anche lui può essere utile nei playoff.

Crialese 6: non è il solito Crialese però risulta essere sempre sufficiente.

Matute 6,5: Caserta gli assegna il grado di capitano e da grande professionista dimostra di essere all’altezza. Pragmatico.

Calò 6: è dalla gara con la Virtus Francavilla che Caserta lo schiera in campo da titolare o da sub-entrato, lui ricambia sempre con la solita qualità, può far rifiatare qualcuno nei playoff.

Vicente sv.

Melara 7: ancora una buona prestazione per l’esterno romano, da filo da torcere alla retroguardia calabrese, tecnica e passo sopraffino, finalmente completa una partita intera seppur con qualche crampo.

Strefezza 7: inizia largo ma poi il mister lo posiziona dietro la punta, e la sua partita sale di tono, l’esterno brasiliano sembra non mostrare segni di stanchezza, quantità e qualità a servizio della squadra.

Berardi 6,5: manda più volte in titl Laezza riuscendo anche a procurarsi il calcio di rigore, sempre più convinto che possa essere l’arma in più in questi playoff.

Severini sv.

Sorrentino 6,5: mal servito dai compagni, lasciato solo lì in mezzo non crea nessun pericolo, si prende la responsabilità di calciare il rigore del 4 posto, si fa ipnotizzare da Licastro ma è reattivo a ribadire in rete a porta vuota.

D’Auria sv.

Caserta 9 : cuore grinta e passione hanno fatto si che quest’anno, alla sua prima esperienza come allenatore, la Juve Stabia terminasse il campionato al 4 posto, solo dietro a Lecce Catania e Trapani, ora però viene il bello, fino a dove arriverà il buon Fabio con i suoi ragazzi ?

a cura di Andrea Alfano

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto. E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla nostra Redazione. L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania