Quantcast

juvestabia - news

Reggina – Juve Stabia 1 – 1. Caserta: Campionato strepitoso dedicato al Presidente ed a tutta la società (VIDEO)

Risultato strepitoso per la Juve Stabia, che chiude al quarto posto la regular season grazie al pareggio di Reggio Calabria. A fine gara il tecnico gialloblù, Fabio Caserta, ha analizzato la gara e non solo.

Queste parole di Caserta:

Sono contentissimo di come è andata questa stagione. Abbiamo chiuso in una posizione di classifica che mai mi sarei aspettato ad inizio campionato, iniziato tra tante difficoltà. Ho voluto qui al mio fianco Matute, capitano di giornata, in rappresentanza del gruppo, che devo ringraziare in ogni suo elemento per la disponibilità che ho trovato. Proprio Kelvin è l’emblema della Juve Stabia: l’ho sacrificato tante volte, non facendolo giocare e lui, nonostante la voglia di giocare sempre, si è messo a disposizione mia e della squadra.

Sono contento in primis per il Presidente, poi per tutti i direttori e tutti coloro che lavorano nella Juve Stabia. Siamo una grande famiglia e sono fiero di farne parte. Quello che hanno fatto i ragazzi è qualcosa di eccezionale ed ora non ci fermiamo certo qui. Punteremo al massimo anche nelle prossime gare. Abbiamo dimostrato sul campo di essere la quarta forza della stagione, a prescindere dai problemi degli altri.

Da domani si resetta tutto perchè non vogliamo fare la comparsa nei playoff ma anzi dire la nostra. Ricominceremo a lavorare sodo, come sempre fatto, con la massima unione di intenti, valore che ha contraddistinto in questa stagione il lavoro della Juve Stabia. Inutile pensare ora a chi potrebbe essere il nostro avversario, conta prepararsi al massimo. Guarderemo da spettatori il primo turno playoff ma con relativo interesse perchè dipenderà tutto da noi.

Sono ormai sei anni che sono a Castellammare. All’inizio con Braglia ci furono difficoltà, soprattutto per colpa mia, ma poi tra noi è nato un rapporto di massima fiducia. La mia lunga permanenza qua è dovuta però soprattutto all’affetto che si respira in società, a partire dal Presidente, che non specula sulla squadra e che fa di tutto per vederla sempre più in alto. La sua fiducia nei miei confronti mi inorgoglisce e lo ringrazio per questo.

La Reggina? L’unico neo della mia carriera è non aver indossato la maglia della mia squadra del cuore, quella della mia città. Da calciatore sono stato tantissime volte vicino alla Reggina, ma non si è mai concretizzato il mio passaggio in amaranto. Sarò sempre tifoso della Reggina e l’accoglienza calorosa che mi riservano ogni volta i tifosi non mi lascia indifferente. Spero che gli Amaranto tornino presto nei campionati che competono loro.

Riproduzione riservata e consentita solo dietro citazione della fonte ed autorizzazione di ViViCentro.it

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania