Quantcast

Le Pagelle della Juve Stabia - Mario Di Capua
juvestabia - news

Juve Stabia – Siracusa le pagelle dei gialloblè | ViViCentro.it

Nella Juve Stabia: Berardi e Allievi sono i migliori, Mastalli un capitano con la C maiuscola

La Juve Stabia vince sul Siracusa grazie al rigore procurato da Berardi e realizzato da Mastalli che da buon capitano si prende l’onere e l’onore di realizzare l’ultima occasione della partita per le Vespe.

Questi i voti dei calciatori gialloblè al termine dell’incontro:

Branduani voto 6,5

Rimedia con una grande parata alla punizione da lui “omaggiata” al Siracusa a metà del secondo tempo, e nel primo tempo è decisivo nel deviare sul palo una grande conclusione dal limite di Calil. Sembra Tornare quel portiere decisivo del girone di andata.

Dentice voto 5,5

Buona prestazione da ex per grinta e forza di volontà, ma con Melara si vede che non c’è molta sincronia, e non potrebbe essere altrimenti. Di poco sotto la sufficienza.

Franchini voto 6,5

Meglio di Dentice, anche se la fase difensiva non sembra essere il suo forte si adatta bene in un ruolo nel quale, se non torna il Nava di metà stagione, potrebbe essere un’arma per Fabio Caserta.

Redolfi voto 6,5

La Juve Stabia non soffre molto centralmente e sulle palle alte, mentre le occasioni per gli aretusei vengono soprattutto con tiri dal limite. Ottima la prestazione e buonissima alternativa in chiave play off per mister Caserta.

Allievi voto 7

E’ ormai lui il più sicuro nel reparto difensivo della Juve Stabia e una sicurezza per i compagni. Nelle chiusure è sempre presente e anche la grinta che ci mette fa capire quanto ci tenga. Sfiora il vantaggio e forse merita la palma di migliore in campo.

Bachini voto 6,5

Con lui in campo, è un dato di fatto, che si prendano pochissimi goal e anche questa volta non si smentisce il dato che lo vede sempre tra i migliori.

Crialese voto 6,5

Sulla sua corsia il Siracusa non sfonda mai e quando c’è da attaccare, in assenza del duo Canotto-Nava, si spinge soprattutto dalla sua parte.

Viola voto 5,5

Non è il solito Viola, manca un paio di conclusioni dal limite dell’area che probabilmente con la testa di più nella partita, avrebbe potuto concludere con occasioni decisive.

Vicente voto 5,5

Meno in partita di altre occasioni e non si vede la sua impostazione determinante in altre match. Però a mancare è l’intero reparto, soprattutto nel primo tempo, dove soffre un pò la grinta del Siracusa.

Mastalli voto 6,5

Segnare il rigore al 93′ non è cosa semplice e lui si prende la responsabilità di tirarlo pur non essendo il suo mestiere. Astuta anche l’ammonizione che lo porta a saltare la gara di Reggio Calabria per risparmiare energie in attesa dei play off.

Melara voto 5

Non è il Melara che ci si aspetta ma è logico che ci sarà tempo per rivederlo al meglio. I suoi sono degli sprazzi di alta classe e di altra categoria, ma purtroppo sono pochi gli sprazzi visti contro gli aretusei. Importantissimo fargli mettere minuti nelle gambe in attesa degli spareggi della post season.

Berardi voto 7,5

Decide lui la partita ed è abbastanza evidente che sia il calciatore più in forma della rosa a disposizione di mister Caserta che lo manda in campo al momento giusto e già prima del rigore che porta i tre punti in casa stabiese.

Simeri voto 6,5

Il tiro all’incrocio e la giocata che fa per procurarselo a fine del primo tempo con cui prova a levare le ragnatele dal sette alla destra di Tomei varrebbe da solo il prezzo del biglietto. Poi ci mette la sua solita voglia di spazzare le partite.

Strefezza voto 6,5

E’ sempre al centro dell’azione e in assenza di Canotto si va molto più spesso dalla sua parte di campo. Peccato che a volte si intestardisce in giocate personali, ma può essere un giocatore decisivo nelle gare che contano.

Sorrentino s.v.

Calò s.v.

Caserta voto 8

Ennesimo capolavoro del mister che pur dovendo fare a meno di Nava, Marzorati, Canotto e Paponi gestisce al meglio i giocatori che ha trovando in Berardi l’uomo della provvidenza. Se la maggior parte delle gare di questa regular season sono state decise dai giocatori inseriti in campo da lui, ormai non può essere un caso. Una prima stagione da primo allenatore che è da incorniciare, e chissà che non arrivi la ciliegina sulla torta gialloblè.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania