Quantcast

juvestabia - news Sotto La Lente

Sotto la Lente – Juve Stabia: alla scoperta di Abou Diop

Nuovo appuntamento con la rubrica “Sotto la Lente”, con cui conosciamo meglio le Vespe gialloblù. Protagonista di oggi, è Abou Diop, che con i suoi gol ha dato la svolta alla stagione della Juve Stabia. Ripercorriamo quindi la storia calcistica della Pantera Nera.

La punta è nata nel 1993 a Dakar, in Senegal ed ancora ragazzo è notato dalla Pro Vercelli, che lo porta in Italia per poi girarlo al Torino. Nel settore giovanile granata Diop si fa largo a suon di gol, fino ad esordire in Serie A il 24 febbraio 2013 nel match tra Cagliari e Torino, nel quale il giovane attaccante incappa in un’espulsione causata dalla tanta voglia di strafare e di dimostrare il suo valore.

Nella stagione successiva Diop veste la maglia proprio della Juve Stabia, in Serie B; l’inizio è da favola con il gran gol allo Spezia e l’ottima intesa con Di Carmine. Un calcio ad una bottiglietta dopo la sostituzione di Reggio Calabria costa, però, a Diop l’ira di Braglia, che da quel momento non lo fa più scendere in campo fino a chiederne la cessione.
Nelle stagioni successive la punta senegalese veste le maglie di Crotone, Ternana, Matera e Lecce, dove, ancora una volta, il feeling con Braglia non scatta, costringendolo a fare le valige direzione Castellammare.

Tornato alla Juve Stabia, la Pantera ritrova il suo habitat naturale e il fiuto del gol che a Lecce sembrava perduto. La sua seconda parte di stagione, fa registrare 6 gol, tutti pesantissimi; tra i vari, ricordiamo quelli in trasferta al Catania, alla Casertana, all’ Ischia ed in casa le reti contro Martina e Catanzaro.

Attaccante dal forte fiuto del gol e dalla velocità impressionante, Diop incarna la figura del calciatore che non molla mai e che gioca sempre con tanta grinta e voglia di fare bene; difficilmente la sua maglia a fine partita non è sudata e sgualcita a causa dei tanti contrasti con i difensori avversari.

Starà alla Società stabiese, una volta terminato il campionato, strappare il nuovo “Sì” al Torino, proprietario del cartellino dell’attaccante, in modo da vedere Diop con la maglia gialloblù anche nella prossima stagione.

Raffaele Izzo

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania