Quantcast

juvestabia - news

Juve Stabia, l’ex Ciro Raimondo: Vespe, che inizio! Caserta valore aggiunto

Ospite della quarta puntata di Juve Stabia Live Talk Show, programma in onda ogni giovedì sulla pagina Facebook Stabiesi al 100%, è stato l’ex difensore e dirigente delle Vespe, nonchè attuale D.S del Gragnano, Ciro Raimondo.

Questo un estratto delle sue dichiarazioni:

L’inizio di campionato della Juve Stabia è davvero notevole e spero possa riaccendere l’entusiasmo di Castellammare. Quello di oggi è un calcio molto diverso da quello delle mie stagioni in gialloblu; la presenza delle pay tv incide sulle presenze allo stadio ma ho notato gli spalti del Menti più pieni rispetto agli anni scorsi. Mi auguro che possa essere sempre così perché la partecipazione del pubblico è fondamentale per le sorti della Juve Stabia.

Credo che il valore aggiunto di questa Juve Stabia sia Fabio Caserta. Non dimentichiamo che fino a tre anni fa era ancora un calciatore quindi a mio avviso la conoscenza ancora viva dello spogliatoio lo aiuta a comprendere in modo perfetto i suoi calciatori. Inoltre Fabio ha poi la fortuna di avere a disposizione calciatori di altissimo livello, molti di proprietà. Per questo aspetto i complimenti vanno fatti anche al Direttore Sportivo Ciro Polito, e con lui a tutto lo staff dirigenziale. Detto questo, il campionato è molto lungo quindi conta stare sempre sul pezzo senza fare voli pindarici.

C’è tra l’altro da dire che il caos che regna, con tante squadre in bilico tra Serie C e Serie B, potrebbe aiutare la Juve Stabia. Se il Catania dovesse risalire in cadetteria, si potrebbe liberare un posto importante nelle zone alte della classifica senza dubbio alla portata delle Vespe.

Della mia esperienza alla Juve Stabia ho solo ricordi bellissimi. Eravamo una grandissima squadra, che in avanti poteva contare su tre calciatori come Musella, Lunerti ed Onorato, che potrebbero nel calcio di oggi giocare tranquillamente tra Serie B e Serie A. In quegli anni mancò soltanto la promozione in Serie B, gioia che il Presidente Fiore avrebbe meritato senza dubbio. Tra l’altro ricordo con piacere anche il mio periodo da Direttore Sportivo delle Vespe; mi piace ricordare che il titolo con cui la Juve Stabia è andata anche in Serie B lo rilevai io dal Comprensorio Nola dopo il fallimento dei gialloblu. Sono contento di aver partecipato in questo modo anche io a questi splendidi anni della Juve Stabia.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania