Quantcast

Banner Gori
Vincenzo Feola
juvestabia - news

Feola: “Juve Stabia, mi vengono i brividi se penso al Menti”

Abbiamo sentito l’ex giocatore della Juve Stabia, Vincenzo Feola, nel corso della puntata de “Il Pungiglione Stabiese”:

“Ho ancora i brividi se penso all’esperienza alla Juve Stabia e se penso a quando scendevo in campo al Menti. É stata un’avventura pazzesca e dispiace tantissimo non aver vinto. Non riesco ancora a digerire quella finale, é un peccato. Sarebbe stato un sogno regalare la B alla Juve Stabia e al presidente Fiore che si meritava tanto. Il presidente era una persona squisita, un uomo di altri tempi. Ci sono tantissimi aneddoti su di lui, è l’emblema di un calcio che non c’è più. Manca tantissimo, era un appassionato delle vespe, non solo il presidente.

Mi fa piacere essere rimasto nel cuore dei tifosi stabiesi. Ho sempre dato il massimo per la Juve Stabia e penso che i tifosi se ne siano accorti. Castellammare é una piazza importante e averci giocato é un onore per me. Mi sono sempre sentito a casa li. Ho tanti ricordi del Menti che era sempre strapieno, ricordo che ci affacciavamo ogni volta per vedere la bolgia. Non so perché ma ora non vedo più la bolgia dei miei tempi, eppure parliamo di B. Sicuramente i tempi sono cambiati, prima lo stadio era sempre pieno. Chi ha vissuto il vero Menti può raccontare la spinta che fanno gli stabiesi.

Saró sempre tifoso della Juve Stabia, mi interesso sempre ai risultati delle vespe. Sono stato benissimo li ed é ovvio volere il bene della squadra. Ho lasciato tanti amici a Castellammare e mi interesserò sempre delle sorti dei gialloblù. Mi auguro che la squadra mantenga la B perché é una categoria vitale per la città.

Ripresa del campionato? Per me la A e la B devono tornare in campo perché sono categorie importanti e possono permettersi di giocare. In altre nazioni si gioca senza problemi, qui non capisco perché non si possa giocare. La sera c’è la movida ma poi non si può giocare a calcio. Io non lo capisco. I giocatori sono controllati e possono giocare benissimo, secondo me. Penso si tornerà in campo.

La riforma dei campionati sarebbe la salvezza del calcio. Facendo due gironi di B é modificando il format anche della C si potrebbe dare una grossa mano a tanti club.”

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Salvatore Sorrentino

Salvatore Sorrentino

Diplomato al liceo scientifico Francesco Severi di Castellammare. Studente di Giurisprudenza presso la Facoltà Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista da marzo 2017. Amante del calcio nazionale e internazionale.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat