Quantcast

juvestabia - news

ESCLUSIVA – Mastalli: “Voglio restare nella storia della Juve Stabia. Andiamo in B, voglio piangere di gioia!”

Le parole del capitano durante Juve Stabia Live Talk Show

Il capitano della Juve Stabia, Alessandro Mastalli, è stato opsite, nella serata di ieri, dell’unico programma tv a tinte gialloblù, Juve Stabia Live Talk Show. Queste le sue dichiarazioni:

“C’è molto dispiacere nell’aver subito quel gol all’ultimo, per quanto abbiamo mostrato e messo in campo. Il giorno dopo ci siamo visti e concluso che è una cosa che è capitato. Ci sta, altre volte ci è andata bene. Lasciamo andare il negativo alle spalle. Se ci ripensi non ne esci mai. Pensiamo a domenica, siamo i più forti. Serie B? Significherebbe un qualcosa di straordinario. Da capitano è un qualcosa di speciale, non solo per i più giovani, ma anche per i veterani che potrebbero dare conferma del loro valore. Ci crediamo! Bisceglie e Trapani? Voglio vincerle, ma l’importante è anche non perderle. Per me è fondamentale ritrovare la vittoria già da domenica. Per ritrovare la serenità giusta e affrontare al meglio le partite finali. A Bisceglie come al Menti? Ci fa molto piacere, un segnale di stima e affetto nei nostri confronti. Noi possiamo solo che essere felici. Si vince tutti insieme, se siamo uniti sarà più facile raggiungere la vittoria. Reazione tifosi? Non me lo aspettavo, però fa parte del gioco e del calcio. Li abbiamo accettati, così come abbiamo sempre accettato gli applausi. L’episodio è alle spalle e siamo pronti ad andare avanti più forti di prima. Le mie prestazioni? Mi aspetto sempre qualcosa in più, perchè mi critico molto e non mi accontento mai. Cerco sempre di migliorare anche quando faccio bene. Sono mancato in alcune partite, ma in altre ho fatto meglio. Sono abbastanza contento. La differenza credo che la possa fare la squadra. Vincere è merito di tutti. Serve una squadra unita che possa portare a qualcosa di bello. Gol? Mi manca tanto il gol, ne ho sempre fatti tanti. Siamo primi e sono contentissimo lo stesso. L’importante è vincere e raggiungere l’obiettivo. Minutaggio? In una grande squadra c’è chi gioca di più e chi meno. Tutti sono importanti, è la prima volta che mi capita, ma non è un problema. In ogni allenamento devo dimostrare di potermela giocare con tutti. Raggiungere Caserta? Non ne ho parlato con lui, ma da domani proverò a dirgli qualcosa (ride, ndr). Ogni giocatore sogna di poter fare questo numero di presenze. Un’emozione unica che, se me lo avessero detto 3 anni fa, non ci avrei mai creduto. Uno dei miei obiettivi restare nella storia di una società. Sarebbe un sogno fantastico. Adesso c’è da pensare a qualche altra cosa. Come sta la squadra? Siamo sereni e tranquilli. Siamo una famiglia che si diverte. Andiamo al campo con voglia e sorriso: stiamo facendo una qualcosa di incredibile. Cosa mi mancherebbe di Castellammare? Il mare, il caffè e la pizza! Fuori casa? Campi che non ci aiutano, ma andiamo a giocare col Bisceglie per portare a casa punti e una vittoria. Faremo battaglia, cercheremo di vincere la partita sulle seconde palle. Dobbiamo essere bravi ad affrontarla così. Gol decisivo per la promozione? Darei qualsiasi cosa, potrebbe essere una gioia indescrivibile. Ci spero, ci credo con tutto il cuore. Qualche volta lo sogno la notte… Voglio piangere per la gioia di salire in serie B. All’inizio della stagione non mi apsettavo un rendimento del genere. Abbiamo cominciato un campionato con grosse difficoltà, avevamo qualche dubbio ma le sensazioni positive sono arrivate dalle prime giornate. E’ venuta in noi la consapevolezza di essere forti. Faccio i complimenti a tutti i nostri veterani di squadra. Rendimento di questa stagione? Penso che in una stagione calcistica ci sono momenti no e qualcuno di migliore. Negli anni passati ho dimostrato di essere pronto anche alle categorie superiori. Quando fai vedere ai tifosi di poter dare tanto, devi restare sugli stessi standard, altrimenti per la normalità ti chiedono di dare di più”.

RIPRODUZIONE RISERVATA previa citazione della fonte

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di alfredopedulla.com ed è attualmente giornalista di CalcioNapoli24, caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web. Nella redazione di Radio Marte per il programma 'Chiamate Napoli 081'.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania