Juve Stabia juvestabia - news

Mimmo Famularo: “Vibonese galvanizzata dalla cura Campilongo”

Mimmo Famularo

L’intervento di Mimmo Famularo Direttore di Zoom24.it al Pungiglione Stabiese

Nel corso della trasmissione radiofonica di ViviRadioWeb, “Il Pungiglione Stabiese”, abbiamo avuto in collegamento Domenico Famularo, direttore della testata online zoom24.it di Vibo Valentia; con lui si è parlato del match di sabato pomeriggio tra Vibonese e Juve Stabia.

Ciao Domenico, analizziamo questo momento particolare della Vibonese. La squadra ha totalizzato 4 punti nelle ultime due partite, un fattore importante e con i rinforzi del mercato di riparazione, sono arrivati a Vibo giocatori importanti come l’ex Juve Stabia Ali Sowe, che proprio a Caserta ha realizzato la prima rete rossoblu. Ci puoi dire le ultime novità in casa Vibonese?

A Vibo non è arrivato solo Sowe, ma anche la novità Piroska, centrocampista slovacco che è un pò la punta di diamante di questo mercato. Un calciatore tutto da scoprire che al primo tentativo è andato subito a segno. Un calciatore importante che vanta oltre 250 presenze in serie A slovacca, ha giocato in Champions League collezionando anche diverse presenze con la Nazionale. Un colpaccio per la Vibonese che è stata trasformata dal mercato ma anche dalla cura Campilongo. I rossoblu sono stati totalmente vitalizzati, è cambiati nell’atteggiamento e nello spirito. Sabato la squadra è stata colpita a “freddo” a Caserta, ma ha avuto anche la capacità di reagire per poi conquistare addirittura l’intera posta in palio, giocando tutto il secondo tempo anche in inferiorità numerica.

In 10 la Vibonese non ha mai sofferto la Casertana, squadra che in questo scorcio iniziale del girone di ritorno aveva fatto più punti di tutti, considerato che veniva da quattro vittorie e un pareggio. Vibonese che da ultima della classe ha sbancato il “Pinto” e questo risultato rappresenta un importante iniezione di fiducia per Salvatore Campilongo, a cui va dato merito considerando  che ha apportato numerose modifiche.

Guardando la classifica, questa vittoria ha permesso alla Vibonese di abbandonare l’ultimo posto scavalcando il Melfi e di avvicinarsi al Catanzaro che ora teme la Vibonese, tanto che è stato esonerato Zavettieri per Erra al fine di dare uno scossone alla squadra.

La Vibonese, per come è stata ricostruita non è più una squadra di bassa classifica, totalmente diversa rispetto a quella che ha affrontato la Juve Stabia nel girone di andata. Squadra cambiata per 7/11, in difesa adesso troviamo Moi ad affiancare Manzo, a sinistra troviamo Silvestre l’ex Paganese, a centrocampo invece Favasuli non è più un trequartista, ma un play maker che gioca nel vertice basso, diciamo alla Pirlo. In più a centrocampo c’è Viola (che sabato sarà squalificato), un altro grande acquisto di gennaio portato a Vibo dal Direttore Battaglia.

In avanti troviamo tanta qualità con Piroska dietro alle due punte Sowe e Saraniti, senza dimenticare l’argentino Bubas, un altro calciatore che non ha ancora debuttato e probabilmente lo farà proprio contro la Juve Stabia. Da dire che Saraniti fino a qualche settimana fa era la colonna inamovibile di questa Vibonese, adesso è un calciatore qualsiasi se andiamo a fare il confronto con i tanti arrivati che hanno innalzato di molto il livello di una squadra che a mio giudizio non è più una compagine da playout, ma un team che vale la metà classifica.

Conosciamo Campilongo che ama giocare in attacco adottando un 4-3-3, modulo simile alla Juve Stabia, a Vibo invece che modulo sta utilizzando?

Adesso il tecnico gioca adottando un 4-3-1-2 sfruttando le qualità del trequartista Piroska, anche se nell’ultima sfida casalinga contro il Cosenza ha schierato i suoi con un 4-3-3 puro schierando Cogliati e Sowe ai fianchi di Saraniti, anche se Piroska non aveva ancora debuttato.

Suppongo che contro la Juve Stabia schiererà nuovamente il 4-3-1-2 con Piroska dietro alle due punte e la davanti ci sarà imbarazzo della scelta per il tecnico napoletano visto che può puntare tranquillamente su tutti gli effettivi a disposizione, non dimenticando Cogliati, un altro calciatore che in corso può far male.

La tifoseria come sta vivendo questo momento, sostiene la squadra?

L’umore a Vibo è diametralmente opposto rispetto alla tifoseria della Juve Stabia. La Vibonese è reduce dalla vittoria di Caserta, la seconda vittoria esterna stagionale, che di fatto ha galvanizzato l’ambiente, e in precedenza prima del pari interno contro il Cosenza, aveva perso le precedenti sette partite consecutive. Ovvio che l’importante mercato di riparazione, l’arrivo di Campilongo, i risultati e le buone prestazioni contro Matera e Cosenza hanno contribuito a galvanizzare tutto l’ambiente.

Anche a Vibo come a Castellammare troviamo un Presidente “solitario”, stiamo parlando di Pippo Caffo, anche se lui non è originario del luogo essendo siciliano. Caffo come si rapporta con la piazza?

Pippo Caffo sta al calcio come Pippo Callipo sta alla pallavolo qui a Vibo Valentia. Come ben sapete, Vibo è la regina del sud della pallavolo italiana; gioca La Tonno Callipo che è una grandissima realtà nazionale. Allo stesso modo Pippo Caffo, è un patron che ha preso la Vibonese dieci anni fa, sta nel calcio insieme ad altri dirigenti, e ha anche subito l’onta della doppia retrocessione, visto che ad un certo punto sotto la sua presidenza la Vibonese precipitò dalla Lega Pro all’Eccellenza. Ha poi rifondato e ricreato un nuovo ciclo, ed infatti nel giro di due anni ha riportato la squadra in Lega Pro. Vibo attualmente è una delle piazza più piccole di questa Lega Pro, ma dal punto di vista economico è una società solidissima, una sorta di Sassuolo o di Chievo volendo fare un paragone, una piazza piccola, ma con un Presidente importante che finanzia questo club.

In chiusura, cosa ti aspetti da questo Vibonese – Juve Stabia, ospiti demoralizzati e fragili o che venderanno cara la pelle per risollevare le sorti di quest’avvio 2017 disastroso?

Mi aspetto una Juve Stabia determinata che giocherà per vincere con l’intento di fermare questa tendenza negativa. Sono convinto che la Juve Stabia metterà in mostra le proprie qualità, parliamo di una delle migliori formazioni di questo girone. Nella giornata di lunedì la Vibonese ha subito ripreso gli allenamenti per preparare questa partita con determinazione e allo stesso tempo vogliosa di far punti in casa, consapevole che dopo la Juve Stabia sarà di scena a Lecce e solo dopo tale sfida il suo calendario sarà più agevole.

Per salvarsi, la Vibonese dovrà conquistare anche punti contro le grandi, e tra queste di sicuro rientra la Juve Stabia che è una corazzata del girone.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Si diffida dall’utilizzo e/o dalla riproduzione anche parziale del presente articolo senza citazione della fonte

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale