Quantcast

Banner Gori
Juve Stabia - Primo Piano Giovanili

Turi a Il Pungiglione: “Il gol di Capasso? Emozione unica. Gli attestati di stima sono l’energia in più: ora i playoff”

L’intervento del direttore Alberico Turi al Pungiglione Stabiese

Nel corso della puntata de “Il Pungiglione Stabiese”, ci siamo collegati telefonicamente con il direttore del settore giovanile della Juve Stabia, Alberico Turi. Con lui, abbiamo discusso dei risultati del settore giovanile della Juve Stabia: “Obiettivo raggiunto da tutta la Juve Stabia. Comprende Naclerio, ma anche la proprietà e tutti gli addetti ai lavori della Juve Stabia”.

Il gol di Capasso?

“Indescrivibile quello che ho provato. La partita era stata caricata negli ambienti paganesi, non so per quale motivo, forse per cercare di provarci e raggiungere i playoff. Era qualcosa di difficile per i nostri avverarsi e non capisco perchè, ma fa piacere così la soddisfazione è doppia. Nessuno può dire di averci fatto un favore. Noi non vogliamo regali da nessuno, conquistiamo le cose sul campo e con una società alle spalle. Negli ultimi tempi si è aggiunta la sinergia con il gruppo De Lucia ed è arrivato questo risultto storico, eclatante per tutti gli addetti i lavori”.

Under 15, tanti 2003 hanno debuttato

“Abbiamo optato per determinate cose e non abbiamo voluto fare calcoli. Quando si accede ai playoff, le 16 contendenti sono tutte alla pari. Per noi era importante verificare come i nostri 2003 si confrontavano in questo campionato e contro la Paganese che era seconda. Va fatto un plauso a questi ragazzi. Otto ragazzi hanno debuttato e ottenuto un risultato importante. Soddisfazione doppia che ci fa capire quanto lavoro c’è alla base di questo settore giovanile. Da stabiese sono orgoglioso del nostro gruppo lavoro: dai tecnici agli staff che vengono anche da fuori Castellammare. Vanno tutti ringraziati perchè tutti lottano per i nostri colori”.

Sicuro degli obiettivi o avevi qualche dubbio?

“Ho sempre detto che il nostro settore faceva invidia a tutta Italia. Bruno Conti, Andrissi, mi hanno fatto attestati di stima per ciò che abbiamo fatto. Andrissi, un dirigente che ha ereditato un Como in difficoltà e ha fatto plusvalenze risollevando le sorti del club. Anche il Como ha tre squadre nelle finali nazionali. Questi attestati di stima che arrivano da tutta Italia, inorgogliscono me come persona, ma anche tutta la città. Solo il Prato hanno fatto meglio di noi, portando tre squadre a vincere i tre gironi: noi purtroppo ne abbiamo portate soltanto due. Tutto viene da lontano. La fortuna è quella di aver portato avanti per dieci anni il settore giovanile e questo mi fa ringraziare il duo Giglio-Manniello. Ora nel settore c’è l’era De Lucia che ha galvanizzato l’ambiente mentre noi ci stavamo adagiando sui successi passati. E’ una persona che ha senso di gruppo e motivazionale. E’ arrivato nel settore in punta di piedi tre anni fa. Si è innamorato di noi e questa stagione ha profuso un grande sforzo economico nella collaborazione con Manniello”.

Riposo?

“Non ci fermeremo. Stiamo programmando allenamenti e amichevoli. Aspettiamo l’ufficialità per gli under 17 e under 15 e così capiremo quale saranno le nostre avversarie”.

“Un saluto va fatto a Ciro Novellino che in questi due anni ha profuso tante energie nell’affiancarci ed esaltare i nostri colori con una grossa collaborazione. Ringrazio Umberto Naclerio che ha sempre avuto tanto equilibrio nonostante diverse difficoltà. Molti dirigenti l’hanno trascurato, il settore viene visto come il figlio povero, ma lui ha sempre dimostrato stima nei miei riguardi, anche quando meno me lo aspettavo. Il lunedì mattina, il mio primo pensiero va sempre alla prima squadra. I playoff sono una lotteria che si può anche vincere. Bisogna essere tutti attenti e dare un contributo di calore: lo dico agli stabiesi veri”.

RIPRODUZIONE RISERVATA

I nostri sponsor:



Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di alfredopedulla.com ed è attualmente giornalista di CalcioNapoli24, caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web. Nella redazione di Radio Marte per il programma 'Chiamate Napoli 081'.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più