Quantcast

Banner Gori
Juve Stabia - Primo Piano Giovanili

ESCLUSIVA – Torto al Capua dalla Procura Federale: Juve Stabia, ancora una volta vince lo stile del settore giovanile

Torto al Capua dalla Procura Federale: Juve Stabia, ancora una volta vince lo stile del settore giovanile

La società ASD SSC Capua proponeva, come si legge dalla carte in nostro possesso del tribunale nazionale federale, nei confronti della SS Juve Stabia ricorso per il mancato ricevimento del premio per il tesseramento del giovane David Bravaccini. Tale ricorso è stato respinto dalla commissione premi di Preparazione. Il giovane già tesserato dalla SS Ischia Isola Verde nell’anno precedente al raggiungimento del 14° anno di età, veniva poi tesserato come giovane di serie professionistica e successivamente svincolato e tesserato dalla SS Juve Stabia nella stessa stagione. A questo punto, il Capua, come si legge dalle carte, ‘ben pensava’ di fare ricorso contro la società stabiese e di lasciare fuori l’Ischia, società che avrebbe dovuto emettere il premio. Dopo aver notato l’errore commesso, il Capua ha deciso di tirare in ballo anche l’Ischia, commettendo errore su errore e non riuscendo a ricavare nulla. La Juve Stabia, nello stile classico di società che punta, con il suo settore giovanile alla crescita dei propri ragazzi, ha deciso di non depositare le controdeduzioni. Il tutto non poteva che avere epilogo differente.

Come ci ha riferito il responsabile del settore giovanile della Juve Stabia, Saby Mainolfi: “Voglio evidenziare ancora una volta il nostro stile. Premettendo che evito di entrare nello specifico, invito tutti a seguire le norme. Pensare che una società e i suoi dirigenti non conoscano le carte federali e le rispettive norme è fuori dal comune. Noi come Juve Stabia abbiamo mantenuto uno stile di puro settore giovanile, non abbiamo proprio opposto resistenza e fatto si che il giudice facesse il suo corso e traesse le proprie conclusioni. Manteniamo il nostro stile anche adesso, evitando di agire legalmente verso questa società. Questa è la differenza: i professionisti non possono sbagliare. Spero che queste situazioni siano di insegnamento anche per i genitori: che possano scegliere il meglio per i propri figli. Non si deve scegliere per vincere, ma in base alla formazione: il calcio va conosciuto”.

a cura di Ciro Novellino

RIPRODUZIONE RISERVATA

CLICCA SULLE FOTO per ingrandirle e vedere la sentenza

I nostri sponsor:






Print Friendly, PDF & Email
https://alleanzalavoro.it/

In merito all'autore

Avatar

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di alfredopedulla.com ed è attualmente giornalista di CalcioNapoli24, caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web. Nella redazione di Radio Marte per il programma 'Chiamate Napoli 081'.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più