Quantcast

Banner Gori
Juve Stabia - Primo Piano Giovanili

ESCLUSIVA – Gardani: “Mainolfi, una scoperta fulminea: grandi qualità e futuro assicurato. La Juve Stabia ha fatto bene…”

Le sue parole in esclusiva

Accordo firmato, Saby Mainolfi rinnova come responsabile del settore giovanile, alla Juve Stabia per due anni, fino al giugno del 2020. Non potevamo non festeggiare con lui, chiamando chi Mainolfi lo conosce, ovvero il suo scopritore, colui che l’ha lanciato in questo mondo. La redazione di ViViCentro.it ha raggiunto, in esclusiva, Carlo Gardani, scopritore anche di Buffon, Calaiò, Giuseppe Rossi e Rosina, tra gli altri.

Se le dico Saby Mainolfi, cosa le viene in mente?

Un ragazzo giovane, vivace, preparato, umile e l’unico che sapeva entrare nel contraddittorio positivo. Quando si prospettava qualcosa, a livello tecnico, verso i nostri giovani, non era tutto chiaro solo perchè si portava il nome del Parma. Bisogna avere la capacità di dare un input diverso e preparare al cambiamento, anche se il mercato degli stranieri bloccò un po’ tutto quello che si stava facendo allora coi giovani. Saby è stata una scoperta fulminea proprio, un colpo di fulmine, nel senso sportivo, tra tanti che dicevano sempre si, tanto andava bene, mentre lui ebbe il coraggio di contraddire, pensando ad una gestione differente”.

Eppure fu una scoperta quasi casuale la sua, era il 2001/02 in una riunione con tecnici di scuole calcio affiliate Parma in Campania. Fu nominato istruttore dei tecnici delle 42 affiliate…

Esatto. Era una potenza, una persona che come uomo e sportivo da 110 e lode. Una scoperta entusiasmante e positiva. Ebbe il coraggio di affrontare questi marpioni del calcio e di imporre un cambiamento”.

Le è sempre piaciuta la sua voglia di guardare alla perfezione tecnica, al di là della struttura fisica…

E’ un po’ come me. L’ho sempre pensata anche io così. Sono un po’ Robin Hood, difendo i gracilini che hanno, però, caratteristiche enormi. Vanno solo accompagnati nella crescita”.

Perugia, poi Parma…

La parte peggiore della mia vita sportiva. Ho passato a Parma 12 anni stupendi, poi il Perugia, il Messina, la Lazio, collaborazioni con Moggi, ma non mi sono piaciuto. Non era più il mio calcio. Tanti che credevano di essere arrivati, ma tra gli uomini migliori avevo Saby!”

Le qualità erano grandi, so che gli ripeteva che ‘se avesse messo la freccia non lo si prendeva più…”

E’ proprio così! Lui aveva un motore di una Ferrari dentro una 500, andava cambiata la carrozzeria. Una delle sorprese migliori, una delle poche persone, nel mondo professionistico, anche se settore giovanile, che faceva ciò che pensava. Non era il solito tontolone!”

Oggi è riferimento del settore giovanile della Juve Stabia, con talenti scovati in ogni dove

La Juve Stabia ha vinto un terno al lotto con Saby. E’ un talento naturale, ma soprattutto una persona umile che continua ad aggiornarsi. Va avanti, si è rifatto, se mantiene questo standard, può raggiungere altri traguardi”.

Nelle ultime settimane, poi, Brignola con il suo gol ha dato un’ulteriore spinta

Ho letto qualcosa e sono contento per lui. Anche se non vedo più il calcio come prima, è questo un calcio che non mi appartiene più. Io avuto le mie sensazioni migliori al sud, ostacoli ma anche gioie. E’ giusto far andare avanti ciò che sempre è giusto. Gente come Saby deve continuare a seminare, la Juve Stabia ha fatto la scelta buono. Spero che il mio fiore possa sbocciare ancora tante primavere”.

a cura di Ciro Novellino

RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Ciro Novellino

Nato a Castellammare di Stabia, il 24 aprile 1984, è un giornalista pubblicista iscritto all'albo dei pubblicisti della Campania e all'Ordine Nazionale dei Giornalisti di Roma. Diplomatosi al Liceo Classico di Castellammare di Stabia ha conseguito la Laurea in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali prima e quella Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte poi, presso l'Università degli studi di Napoli 'Federico II'. Esercita la professione di giornalista da diversi anni con collaborazioni legate a Tuttojuvestabia, Calcio Napoletano e IlNapolionline. Prima ancora è stato redattore di alfredopedulla.com ed è attualmente giornalista di CalcioNapoli24, caporedattore di Vivicentro.it e responsabile della pagina sportiva della SSC Napoli sullo stesso giornale. Grande appassionato di calcio, presenta da diversi anni anche un programma radiofonico, L'Orda Azzurra, su Vivi Radio Web. Nella redazione di Radio Marte per il programma 'Chiamate Napoli 081'.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania