Quantcast

Banner Gori
Coronavirus La Bastonatura di ViViCentro Juve Stabia
Juve Stabia - Approfondimenti

La Bastonatura di ViViCentro.it – Il mercato troppo fantasioso dei social

La Bastonatura di ViViCentro.it: i tanti, troppi nomi circolati sulle varie pagine Facebook e accostati alla Juve Stabia durante la sessione di mercato estiva

 

Per la rubrica “La Bastonatura di ViViCentro.it” questa settimana analizziamo i tanti nomi, molto spesso frutto anche di fantasia e mai trattati dalla Juve Stabia, che sono circolati sui social e in particolar modo sulle tante pagine Facebook dedicate alle Vespe (proliferate a dismisura dopo la vittoria del campionato di Serie C degli uomini di mister Caserta e la conseguente promozione in Serie B) durante la sessione estiva di calciomercato terminata, è il caso di dire finalmente, ieri sera alle ore 22.

Sulle pagine Facebook dedicate alla Juve Stabia e più in generale sui social, sono circolati tanti nomi dal passato più o meno glorioso e anche calciatori che vanno ancora per la maggiore: da Calaiò (mai trattato dalla Juve Stabia) a Moncini (la Spal per lui ha rifiutato 4 milioni dall’Empoli), passando per Lodi, Castaldo, Coda, Ceravolo, addirittura Quagliarella, Thereau e tanti altri. Sia chiaro, qualcuno di questi calciatori è stato effettivamente sondato dalla Juve Stabia ma da qui a parlare di trattativa in chiusura ce ne corre e anche molto. Nella maggior parte dei casi solo nomi dati in pasto al pubblico lettore per acchiappare il maggior numero di like possibile e peraltro nomi assolutamente fuori dalla portata del budget della società gialloblù.

Il capolavoro vero e proprio che merita da solo “La Bastonatura” da parte della nostra redazione è stato raggiunto con i nomi di Coda e Thereau: nel primo caso ci si è dimenticati probabilmente che sin dall’inizio del mercato il presidente Vigorito chiedeva per il suo bomber la non modica cifra di ben 5 milioni di euro e che il calciatore è attualmente titolare in pianta stabile nel Benevento in coppia con Sau; nel secondo caso c’è stato addirittura chi sui social la scorsa settimana ha parlato di “chiusura della trattativa in nottata“, fake news assoluta perchè la trattativa non si è mai probabilmente nemmeno aperta.

Tanti, troppi nomi di fantasia accostati alla Juve Stabia che sicuramente non fanno il bene della società gialloblù e finiscono per creare solo malumore tra la tifoseria e destabilizzare un ambiente già scottato dalle due sconfitte consecutive nelle prime due giornate del campionato di Serie B. Molto meglio ricompattare subito l’ambiente e pensare al mini-ciclo abbastanza duro che attende le Vespe subito dopo la sosta a partire dalla ostica trasferta di Perugia. Nel campionato di Serie B non sempre i nomi fanno la differenza: l’importante, e in questo è sicuramente un maestro il direttore sportivo Ciro Polito, è prendere calciatori (un esempio il bomber Francesco Forte arrivato nell’ultima giornata del mercato, scuola Inter con campionati in B con Spezia e Perugia) che abbiano soprattutto voglia di rivalsa e che diano tutto in campo per la gloriosa maglia della Juve Stabia.

 

a cura di Natale Giusti

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Print Friendly, PDF & Email
loading...

In merito all'autore

Natale Giusti

Natale Giusti

Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat