Quantcast

Banner Gori
Juve Stabia - Approfondimenti

La Bastonatura di ViViCentro.it – Troppi giudizi affrettati sulla Juve Stabia

La Bastonatura di ViViCentro.it: troppe le critiche piovute sulla Juve Stabia e sul tecnico Fabio Caserta dopo le prime due sconfitte in campionato

 

Per la rubrica settimanale “La Bastonatura di ViViCentro.it” questa settimana ci occupiamo delle tante critiche anche ingenerose piovute sul tecnico della Juve Stabia, Fabio Caserta e sulla propria squadra dopo le prime due sconfitte in campionato anche e soprattutto alla luce della splendida prestazione delle Vespe nella terza giornata di campionato a Perugia.

“La Bastonatura” nei confronti degli addetti ai lavori e non che hanno affermato e scritto (anche sui social) di tutto e di più in negativo su Fabio Caserta e sulla Juve Stabia, è d’obbligo per diversi motivi. Innanzitutto occorre evidenziare che due giornate di campionato, con sconfitte maturate in modo molto diverso (ad Empoli sciagurata errata decisione dell’arbitro che ha assegnato un rigore inesistente ai toscani a dieci minuti dalla fine), sono troppo poche per poter delineare un quadro della forza di una squadra. Le prime due giornate di campionato, peraltro giocate a mercato aperto, rappresentano pur sempre calcio d’agosto e non possono essere rappresentative delle reali potenzialità di una squadra. Per poter comprendere le reali potenzialità di un collettivo è necessario analizzare almeno le prime 10-12 giornate di campionato, non certo solo le prime due sulle quali può aver influito in maniera più o meno netta la preparazione fisica che è stata fatta nel ritiro di Rivisondoli e anche successivamente.

Inoltre, piuttosto che farsi condizionare dalle “griglie” improponibili che sono state proposte in modo improprio su qualche organo d’informazione in piena estate, occorre considerare anche un aspetto di primaria importanza rappresentato dalla condizione fisica. La fase iniziale di ogni campionato infatti è un periodo molto particolare durante il quale le squadre cercano di amalgamarsi (nella Juve Stabia ben 16 elementi nuovi) e nel quale la condizione fisica tende a prevalere sulle qualità tecniche dei calciatori che vanno in campo.

Osservando attentamente la gara Pisa-Cremonese terminata con la nettissima vittoria dei toscani sulla corazzata guidata da Massimo Rastelli, si è potuto notare come i giocatori del Pisa corrano a 1.000 all’ora in questa fase del campionato mentre quelli della Cremonese in rapporto non vadano oltre gli 80-100 all’ora. Molto probabile quindi che il Pisa, contro cui si è vista la più brutta Juve Stabia di questo scorcio iniziale di campionato, abbia impostato una preparazione con carichi di lavoro meno pesanti per favorire una partenza a razzo come in realtà sta avvevendo. E vedremo se fra 2-3 mesi il Pisa continuerà a correre come fa ora.

Per converso è probabile che le Vespe abbiano effettuato una preparazione con carichi di lavoro più intensi che abbiano portato a qualche difficoltà nelle prime due giornate di campionato e che la sosta sia giunta propizia e abbia favorito un lavoro di scarico i cui frutti si sono già visti nella splendida prestazione di Perugia. Al “Curi” i ragazzi di Caserta non arrivavano più in ritardo rispetto agli avversari sulle seconde palle come per esempio era avvenuto in casa col Pisa e sembravano sotto l’aspetto fisico di una spanna superiori agli avversari.

Ecco perchè “La Bastonatura” settimanale della nostra redazione se la beccano tutti coloro che, dopo sole due sconfitte nelle prime due gare di campionato, avevano già condannato la Juve Stabia alla retrocessione in Serie C. Considerazioni assolutamente fallaci che non tengono conto del periodo molto particolare di inizio campionato durante il quale l’aspetto fisico spesso può anche prevalere su quello tecnico. Anzichè elargire condanne senza senso godetevi il campionato che è appena iniziato e che promette tanti colpi di scena a giudicare dai risultati delle prime giornate del torneo.

 

a cura di Natale Giusti 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Natale Giusti

Natale Giusti

Laureato in Economia e Commercio e giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2017. Redattore di Napolisoccer.NET dal 2015 al 2019 e conduttore a Radio No Frontiere dal 2017 al 2019 del programma sportivo "Sotto Porta Show". Passato da maggio 2019 alla redazione di Vivicentro.it. Uno smisurato amore per il calcio in generale ma soprattutto due grandi passioni: la Juve Stabia, e il giornalismo.... Così grandi per me, che diventa sempre più difficile tenerle nettamente separate…

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania