Juve Stabia juvestabia - news

Giovanni Cimino “La Reggina ha la difesa piú perforata del girone”

Giovanni Cimino

L’intervento del Direttore Giovanni Cimino di Tuttoreggina.com in diretta e in esclusiva al Pungiglione Stabiese.

Nel corso della trasmissione radiofonica di ViviRadioWeb, “Il Pungiglione Stabiese”, abbiamo avuto in collegamento Giovanni Cimino, Direttore di tuttoreggina.com; con lui si è parlato del match di sabato sera tra Juve Stabia e Reggina.

Ciao Giovanni domani al “Romeo Menti” la Juve Stabia sfiderà la Reggina. Il team amaranto è reduce dalla sconfitta contro il Lecce, che gara è stata?

Innanzitutto mi preme dire ai tifosi della Juve Stabia che il Lecce a Reggio è stata ben poca cosa soprattutto paragonandolo alle prestazioni qui in Calabria della Juve Stabia, del Matera e del Foggia stesso. È chiaro che invece è una formazione molto cinica e questo ne fa la sua forza al di là del gioco che invece latita. Al Granillo la differenza l’ha fatta la qualità, chiaramente è noto a tutti che la difesa della Reggina è tra le più battute e in grandissima difficoltà in questo momento del campionato. Due errori da terza categoria commessi dai difensori amaranto hanno fatto sì che Lecce espugnasse il Granillo, altrimenti credo poteva essere anche una gara da pareggio. Devo anche dite che la Reggina nel secondo tempo ha giocato veramente male e ha spianato il successo all’attuale capolista.

Per quanto riguarda il mercato di riparazione, ha portato qualche novità a Reggio. Cosa si può dire per quanto riguarda la rosa e gli innesti dei nuovi eventuali?

Adesso stiamo vivendo una fase di ricostruzione della Reggina per cui le risorse economiche non sono elevate. Si è deciso di operare molto nel rinforzare la rosa con l’ addio di Longiano e l’innesto di Leonetti e l’arrivo di un difensore. Davvero poca cosa ed al momento sul campo la differenza si è vista, non c’è stato un cambio di passo in questo inizio di 2017, tant’è che la piazza sta accusando la società perché c’è qualche lacuna nella squadra di Zeman e lo si vede in campo.

Com’è il morale dell’ ambiente in quel di Reggio?

A Reggio i tifosi amaranto credono ancora nella salvezza, e se guardiamo la classifica chiaramente la piazza può credere nell’obiettivo. La tifoseria sa bene che quest’anno la squadra deve salvarsi anche all’ultimo minuto dell’ultima gara e non aspira ad altro. Al momento l’ambiente è abbastanza sereno, anche se il tecnico Zeman è sempre un po’ nell’occhio del ciclone. E’ chiaro che ognuno si sente un po’ commissario tecnico e allenatore e cerca di fare le sue ricette personali, però il tifo é dalla parte della squadra, seppur il seguito non sia eccezionale. Sabato allo stadio Granillo erano presenti circa in 1000, diciamo lo zoccolo duro del tifo amaranto, però c’è ancora la fiducia in questa squadra, nonostante qualche errore di troppo da parte della difesa.

Visto che Coralli è squalificato, chi schiererà la Reggina in attacco contro la Juve Stabia?

Il sostituto di Coralli e Bianchimano, un classe 96 di proprietà del Milan che rientra dalla squalifica e sostituirà Coralli. Tra l’altro la Reggina è dotata di almeno 8/9 attaccanti in rosa che giocano più da esterni offensivi, tra l’altro molti dei quali in pratica mai utilizzati da Zeman. Bianchimano invece si sta guadagnando la fiducia e lo spazio anche subentrando, e quindi sarà lui quasi sicuramente a giocare, salvo qualche eventuale problematica che si verificherà questa settimana.

Ci saranno altri indisponibili in rosa?

Indisponibile sicuro è solo Coralli (squalificato n.d.a.), poi sono da verificare le condizioni di Portino, l’esterno d’attacco a sinistra, per il resto la rosa è praticamente tutta a disposizione per il tecnico amaranto.

All’andata ci fu il gol di Bangu, adesso come sta giocando in questa seconda parte di stagione?

Bangu è reduce da 4 giornate di squalifica ed è rientrato proprio sabato scorso contro il Lecce, è partito dalla panchine per poi subentrare a gara in corso. La Reggina dopo quella vittoria fortunosa contro la Juve Stabia, che all’epoca diede una buona impressione per il gioco espresso in campo, ha avuto un calo spaventoso, da metà classifica è scivolata in fondo, e da li si sono susseguite le grandi difficoltà della Reggina tanto che non è riuscita più a vincere fino al termine dell’anno solare. Bangu è un po’ calato, sebbene fosse in ripresa prima della squalifica andando a segno anche in altre occasioni. Si tratta di un calciatore interessante, se ripeterà il rendimento mostrato ad inizio stagione, sono sicuro che lo rivedremo in qualche club di serie B, ha 19 anni, quindi una prospettiva lunga per il futuro.

Per quanto riguarda il modulo, Zeman sta utilizzando sempre il 4-3-3 oppure un modulo differente?

Zeman è inamovibile sul 4-3-3, è una questione di principio, nonostante la piazza cerca di suggerire al tecnico una variazioni per il 5-3-2. Zeman è inamovibile ad oltranza anche se in realtà i dati dicono che la difesa sia una delle più battute a livello professionistico, e l’attacco con il solo Coralli spesso fa fatica a rendersi pericoloso. Anche per la sfida di Castellammare, il tecnico figlio d’arte non sembra intenzionato a modificare il suo credo.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale