Juve Stabia juvestabia - news

ESCLUSIVA, VIDEO – Giovanna De Simone: “Nicola vive sempre nei nostri cuori”

Giovanna De Simone

Il viale di acceso alle tribune dello stadio Romeo Menti è diventato ufficialmente il viale “Nicola De Simone”. Ai nostri microfoni abbiamo ascoltato la sorella, Giovanna De Simone, presente allo stadio.

Ecco le parole di Giovanna De Simone che ci parla di suo fratello Nicola:

È un momento di grande commozione. Siamo commossi perché gli stabiesi lo ricordano ancora, nonostante in quel momento giocava nel Siracusa. Nicola vive sempre nei nostri cuori e speriamo che questo nome sia per la Juve Stabia un inizio di una grande stagione. Ringrazio i nostri amici e tutti coloro che in questo momento ci hanno aiutato a portare avanti questo importante risultato. È davvero emozionante ricordare il grande Nicola, di cui Castellammare non deve mai dimenticare.

“Ricordo che prima di giocare comprava i biglietti a mio padre e a tutti i suoi amici. Una persona generosa anche sotto quest’aspetto, aveva un grande cuore”.

dai nostri inviati al Menti, Mario Vollono e Ciro Novellino

RIPRODUZIONE RISERVATA

Da wikipedia

Nicola De Simone (Castellammare di Stabia, 13 gennaio 1954 – Napoli, 30 maggio 1979) è stato un calciatore italiano, difensore della Juve Stabia e del Siracusa.

Cresciuto calcisticamente nella Libertas Stabia, fu acquistato nella stagione 1970-1971 dalla Fiorentina dove milita per due stagioni nelle giovanili senza riuscire ad approdare in prima squadra. Nel 1973 torna in Campania dove disputa due campionati di Serie D con la Sessana. Nel 1975, dopo un breve passaggio al Benevento, fa ritorno nella sua Castellammare di Stabia per giocare nella squadra della sua città, la Juve Stabia, sempre in Serie D. Nel 1977 sale di categoria trasferendosi nel Siracusa in Serie C dove milita fino al 1979 vincendo una Coppa Italia Semiprofessionisti.

Il 13 maggio 1979 al 13′ della partita Palmese-Siracusa, De Simone rimediò un calcio alla tempia dopo gli sviluppi di un calcio d’angolo. Trasportato all’ospedale Cardarelli di Napoli rimase in coma fino al 30 maggio giorno del decesso.

Gli venne intitolato lo Stadio di Siracusa che precedentemente era stato intitolato a re Vittorio Emanuele III. Inoltre è nato a Siracusa il Club Azzurro Nicola De Simone e a Castellammare di Stabia gli è stata intitolata una scuola calcio.

In suo onore è nato, inoltre, il lunghissimo e profondissimo gemellaggio tra le tifoserie delle “sue” due squadre, Siracusa e Juve Stabia.

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale