juvestabia - editoriale

EDITORIALE – Juve Stabia, presagio gialloblù

manniello juve-stabia

Bastava un punto ed un punto è arrivato. Col pareggio contro la Reggina la Juve Stabia conquista il quarto posto in classifica al termine di una stagione stratosferica, viste le premesse, accedendo direttamente alla seconda fase dei playoff. Al di là di quanto visto in campo ieri, l’analisi deve essere posta sul lavoro straordinario fatto da Fabio Caserta, da tutto il suo staff, dai calciatori e dalla società tutta. Non è un caso però, che il più presente nelle dichiarazioni post gara dell’allenatore stabiese sia stato il Presidente Franco Manniello.

L’ennesima, grande, stagione della Juve Stabia infatti non può che essere ricondotta alla passione smisurata del suo Patron verso i colori della sua città. Un famoso aforismo attribuito a Nelson Mandela recita “A volte il vincitore è un sognatore che non si è mai arreso”: traslando la frase in ambito sportivo, la descrizione calza perfettamente al caso di Franco Manniello.

Il Presidente della Juve Stabia ha infatti sempre creduto nella propria creatura, nata quest’anno tra mille difficoltà ed altrettante incognite, tecniche ed ambientali. Il suo avere fiducia nella squadra si è palesato definitivamente nel mese di febbraio, a cavallo del momento di flessione delle Vespe, quando il Patron più volte dichiarava: “Questa squadra terminerà la stagione tra il quarto ed il sesto posto…vedremo se alla fine avrò ragione io o i miei detrattori.” Quello che sembrava solo un presagio ottimista, la profezia di un presidente dall’animo del tifoso, si è invece trasformato in un risultato concreto, dai caratteri a tratti incredibili.

A ben vedere, tra l’altro, i playoff centrati ieri sono quelli che assomigliano di più a quelli magici del 2011, almeno nelle premesse. Oggi come allora la Juve Stabia non partiva certo per “ammazzare” il campionato, alla luce di un organico rivoluzionato rispetto alla stagione precedente e fatto di giovani e “anziani”. Il ruolo carismatico dei vari Maury, Molinari e Corona è stato preso da Marzorati, Matute e Paponi, collanti di un gruppo che può puntare su giovani terribili: Strefezza, Berardi, Mastalli che ricordano Mbakogu, Raimondi e Colombi. In mezzo a loro, calciatori a metà strada tra la giovinezza e l’esperienza: Allievi, Viola e Vicente come Scognamiglio, Cazzola e Mezavilla.

Difficile dire se le analogie tra la magica stagione 2010/11 e quella 2017/18 proseguiranno ma è facile immaginare che il tormentone dei prossimi giorni sarà “Non succede..ma se succede..” tanto caro al Patron Manniello, da cui traspare la consapevolezza delle difficoltà dei playoff ma anche un po’ di sana scaramanzia.

Una cosa è certa: gli spareggi dovranno essere affrontati come un punto di partenza e non di arrivo; con lo spirito contenuto in un’altra frase celebre del Patron, detta ai tifosi dopo la conquista della finale con l’Atletico Roma il 5 giugno 2011, su un Viale Europa colmo di gioia: “Adesso arriva il dolce..non ce lo dobbiamo mangiare? A questo punto io lo voglio il dolce!”

Raffaele Izzo

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania