juvestabia - editoriale

EDITORIALE – Juve Stabia, a che gioco giochiamo?

La Juve Stabia sotto la Curva abboniamoci

Nell’editoriale della scorsa settimana avevamo invitato i tifosi a vedere il bicchiere gialloblù mezzo pieno. Non è mancata qualche critica da parte dei tifosi più pessimisti ma fortunatamente la Juve Stabia ieri ci ha dato ragione.
Le Vespe hanno demolito il Melfi con un roboante 4 a 0. In virtù di questo esaltante risultato il nostro editoriale oggi richiama tanti giochi che possono legarsi alla prestazione di ieri della squadra di Fontana. Le Vespe di ieri erano in versione “Forza 4”, richiamando il famoso gioco in cui lo scopo è allineare quattro dischetti dello stesso colore.

Se Forza 4 non è un gioco di nostro gradimento, possiamo anche rifarci al più famoso gioco di carte: il poker. Nel mazzo di carte gialloblù i quattro Re hanno i visi felici di Izzillo, Kanoute, Del Sante e Liotti. Tra l’altro solo l’imprecisione delle Vespe ha impedito al pubblico stabiese di assistere ad una cinquina o ad una partita dal punteggio tennistico più che calcistico.

A ben vedere però la Juve Stabia ieri ha mostrato anche la sua versione puzzle, e vi spieghiamo perché. I cambi rispetto alla scorsa settimana non hanno intaccato lo spirito e la natura della squadra, che anzi ha beneficiato delle scelte di Fontana. A Lisi, ottimo a Catania, è subentrato Kanoute, autore di una prova maiuscola contro il Melfi. Ancora, per lo squalificato Salvi ha giocato Izzillo, bomber della giornata di ieri; così come Mastalli è stato sostituito da Esposito, che ha dato tanto fosforo al centrocampo. Ogni “pezzo” del puzzle gialloblè si incastra perfettamente all’altro, chiaro sintomo di una squadra di qualità in tutti i suoi elementi.

Se infatti lo scorso anno le Vespe potevano contare su 11 titolari e solo due o tre rincalzi alla loro altezza, in questa stagione la Juve Stabia può contare su una seconda squadra all’altezza della prima. Questo consente a Fontana di far ruotare senza preoccupazioni tutti gli elementi della sua rosa. Le considerazioni in tal senso non possono che riguardare anche l’ottimo lavoro svolto dal duo Manniello – Logiudice; Presidente e Direttore Sportivo hanno messo a disposizione del proprio allenatore una squadra importante e praticamente completa già dopo le prime settimane di mercato. Questo fattore ha consentito a Fontana di lavorare quasi dall’inizio del suo “mandato” con la squadra definitiva ed i risultati, soprattutto in tema di gioco e mentalità, sono sotto gli occhi di tutti.

In tema di giochi, la Juve Stabia “Forza 4” e/o versione puzzle domenica sera giocherà, ironia della sorte, a Monopoli.
Lo scorso anno la trasferta pugliese fu decisamente negativa per i gialloblù, ma la Juve Stabia vista ieri ha tutte le possibilità per trovare nuovamente Parco della VITTORIA, evitando pericolosi..imprevisti.

Raffaele Izzo

Si diffida da qualsiasi utilizzo e/o riproduzione del presente contenuto senza citazione della fonte.

In merito all'autore

Raffaele Izzo

Ciao a tutti! Sono nato il 20/10/1989 e, dopo aver frequentato il Liceo Classico di Castellammare, mi sono laureato l'8/10/2013 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Attualmente lavoro come avvocato presso due studi legali, uno di diritto civile ed uno di diritto penale, di Gragnano e Castellammare.

Grazie a ViViCentro ho avuto la possibilità di coniugare le mie passioni per la Juve Stabia e per il giornalismo. Seguo infatti dal primo gennaio 2013 per questo giornale on line le Vespe, analizzando i match ne "Il Podio Gialloblù", con l'editoriale di inizio settimana, con la rubrica "Sotto la Lente" e con articoli quotidiani di avvicinamento alla partita del fine settimana. Per ViViCentro scrivo anche di cronaca, eventi ed attualità. Sono iscritto da giugno 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti.
Ciao a tutti e forza Juve Stabia!

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale