Quantcast

Banner Gori
Il Real Forio è salvo! Il pareggio con la Flegrea vale la salvezza diretta
Calcio - Eccellenza campana Ischia

Il Real Forio è salvo! Il pareggio con la Flegrea vale la salvezza diretta

ECCELLENZA – REAL FORIO – FLEGREA 2-2: I biancoverdi, al termine di una stagione dalle 2 facce, raggiunge l’obiettivo

Il Real Forio è salvo, per la seconda volta di fila da quint’ultima e solo al 30° turno, stavolta dopo un girone di ritorno disastroso, mentre l’anno scorso fu l’avvio ad essere da dimenticare. Ma rispetto a 12 mesi fa i punti sono di meno

Simone Vicidomini-Il Real Forio scrive un’altra bella pagina di storia del calcio isolano. Una salvezza diretta,senza passare attraverso i play out che soltanto poche settimana fa sembrava impossibile da raggiungere. La squadra biancoverde pareggia con la Flegrea e strappa la salvezza in campionato, per il quinto anno della partecipazione alla massima categoria regionale, hanno impattato 2-2 con la già salva formazione ospite e, benché abbiano chiuso a 29 punti, al pari della Puteolana, superano Guadagnuolo & co grazie agli scontri diretti e li condannano al play out casalingo con il Barano.

La partita fra Real Forio e Flegrea, come ci si poteva attendere, non ha avuto gran ritmo. Nessun ammonito, ma gli uomini di Califano – dopo qualche minuto di studio – vanno avanti: un ingenuo fallo di Di Spigna su Di Napoli manda Lucignano sul dischetto, che trasforma. Il Real Forio pare sbandare, colpito dal lampo ospite, e quando sta per cadere riesce ad afferrare la gara per i capelli. Succede tutto in 30 secondi. Lucignano, smarcato da Palma davanti a D’Errico, si fa ipnotizzare dal portiere foriano e l’azione prosegue terminando con un calcio di rigore per i padroni di casa dall’altra parte. Le sliding doors sono terreno di caccia per Savio, che trasforma il penalty che si era procurato.

Nella ripresa il Real Forio appare più spigliato. Forse la voglia è quella di prendersi il primo successo casalingo (sul campo, dopo quello a tavolino sull’Aversa Normanna) del 2019. Citarelli toglie De Luise ed inserisce Cantelli portando Savio al centro dell’attacco, ma a segnare sono ancora gli ospiti. Costagliola illumina Moccia che sorprende Arcamone (quanti buchi sul lato occupato dall’ex Mondo Sport…) entra in area e serve su un piatto d’argento a Palma la rete del nuovo vantaggio. Il tecnico foriano, allora, cambia ciò che poteva già cambiare un po’ prima. Fuori Di Spigna (che si piace troppo in alcune giocate) e dentro Fiorentino, con Davide Trofa che ritorna dove può far male davvero. I biancoverdi cominciano a macinare azioni e raggiungono il pari molto presto. E’ Mangiapia a svettare su un bel corner (il suo sinistro è sempre uno zucchero) di Sannino e battere Evangelista per il 2-2 che anestetizza i restanti 20 minuti più recupero. Dopo il triplice fischio di Gianmarco Vailati della sezione di Crema si può scatenare la festa del Real Forio: i calciatori, prima trionfare negli spogliatoi con il mister ed i dirigenti, vanno a salutare i tifosi ed i tanti ragazzi del Settore Giovanile accorsi sulle tribune (prima della gara hanno sfilato salutando il pubblico). Il Real Forio è salvo, per la seconda volta di fila da quint’ultima e solo al 30° turno, stavolta dopo un girone di ritorno disastroso, mentre l’anno scorso fu l’avvio ad essere da dimenticare. Ma rispetto a 12 mesi fa i punti sono di meno.

LE FORMAZIONI – Il Real Forio deve fare a meno di Salatiello, Savarese e Filosa e viene messo in campo da Mimmo Citarelli con un 4-3-3 che ha visto D’Errico a difesa della porta, la linea difensiva formata da Trofa D., Capuano, Mangiapia e Arcamone, il centrocampo da Varrella, Di Spigna e Sannino, con in attacco Savio, Lombardi e De Luise M..
Sul versante opposto, Califano non può disporre di Petrone (squalificato) e schiera la sua squadra con un 4-4-2, che ha previsto Evangelista in porta, la difesa composta da Iannuzzi, Punziano, Pirozzi e Trotta, il centrocampo è formato da Di Napoli, Costagliola, Moccia e Salierno, più Palma e Lucignano in avanti.

LUCIGNANO DI RIGORE – La gara inizia dpo un minuto di raccogliamento per il decennale del terremoto de L’Aquila ed in contemporanea (così pare) al secondo con i campi delle dirette concorrenti alla salvezza. Dopo qualche minuto blando, ci prova Lombardi dal limite, ma il destro è tenero e centrale. Al minuto 12, calcio di rigore per la Flegrea: palla in area su cui si avventa Di Napoli che viene atterrato chiaramente da Di Spigna. Sul dischetto va Lucignano che batte d’Errico che pure aveva intuito. Poco dopo, ottima diagonale di Trofa che salva su Lucignano ben lanciato da Palma.

D’ERRICO SALVA E SAVIO PUNISCE – Al 21’, il su cross di Arcamone, Lombardi mette in rete appostato sul secondo palo, ma il guardalinee segnala la posizione irregolare della punta biancoverde e l’arbitro annulla. Passano un paio di minuti e Lombardi rimette la palla in rete su assist di Sannino, ma l’arbitro riannulla fra le proteste locali per fuori gioco. Proteste che proseguono un minuto dopo, quando sempre l’11 foriano è spinto (forse non irregolarmente) da Pirozzi in area. Al 32’, ripartenza quasi mortifera della Flegrea, Lucignano lanciato da Palma è solo davanti a D’Errico che di piede gli dice non con un mezzo prodigio. Sul capovolgimento di fronte, fallo su Savio nell’area ospite e rigore per i padroni di casa, che lo stesso bomber trasforma.

PALMA FIRMA – Senza cambi e con un ritardo mostruoso (quasi 25 minuti di break…) inizia la ripresa. Ci prova subito Trofa, ma Evangelista blocca senza problemi. Poco dopo, Varrella sfrutta un buco nella difesa ospite e calcia dalla destra, palla deviata in corner dal portiere. Intanto, esce De Luise ed entra Cantelli, con Savio che passa al centro dell’attacco. Al 62’, la Flegrea ripassa avanti. Lancio di Costagliola per Moccia, che entra in area eludendo un disattento Arcamone e mette al centro per Palma che mette dentro a porta vuota. Il Pistolero lascia il campo subito dopo per Romano, così come Di Spigna per Fiorentino, che libera Trofa per il ritorno a centrocampo.

MANGIAPIA RI-PAREGGIA – Proteste foriane per un presunto fallo su Cantelli al 70, poi sul successivo corner il Real Forio trova il pari. Batte Sannino e Mangiapia di testa anticipa tutti e mette dentro.  Esce Lombardi per Boria, al minuto 80. Cè spazio anche per Pasquale Trofa, che entra al posto di Varrella al minuto 85. Poi la Flegrea ne fa altri 2: escono Salierno e Iannuzi ed entrano Di Meo e Basile. Il ritmo è blando da un pò (entra Iacono per Sannino) e finisce 2-2.

REAL FORIO 2
FLEGREA       2

REAL FORIO: D’Errico, Trofa D., Arcamone, Mangiapia, Capuano, Varrella (85’ Trofa P.), Sannino (90’+1 Iacono), Di Spigna (65’ Fiorentino), De Luise M. (55’ Cantelli), Savio, Lombardi (80’ Boria). A disposizione: Sollo, Verde, De Luise V., Nicolella. All.: Mimmo Citarelli

FLEGREA: Evangelista, Iannuzzi (88’ Basile), Trotta, Costagliola, Punziano, Pirozzi, Salierno (88’ Di Meo), Di Napoli, Lucingnano, Moccia (71’ Pastore), Palma (65’ Romano). A disposizione: Schiano, Illiano, Grimaldi, Di Maio, Del Grande. All.: Michele Califano

Arbitro: Gianmarco Vailati della sez. di Crema (Ass.:  Francesco Leonetti e Luigi Ferraro di Frattamaggiore)

Reti: 13’ rig. Lucignano (F), 33’ rig. Savio (RF), 62’ Palma (F), 70’ Mangiapia (RF)

Ammoniti: Nessuno

Calci d’angolo: 4-1

Recupero: 1’ p.t., 3’ s.t.

Spettatori: 200 circa

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania