Una piccola Rinascita Ischia viene battuta dal Chiaiano,svanisce il sogno Promozione
Calcio - Eccellenza campana Ischia

Una piccola Rinascita Ischia viene battuta dal Chiaiano,svanisce il sogno Promozione

I gialloblu vengono sconfitti nella semifinale del primo turno dei play off di Prima Categoria. Un’Ischia che viene sconfitta di misura con un gol di Polizio. Si ferma la rincorsa per il sogno della Promozione.

A cura di Simone Vicidomini 

E’ bastato un gol di Polizio nella prima frazione di gioco, a far svanire i sogni della Rinascita Ischia per accedere in Promozione. Nella gara della semifinale dei play off giocata al “La Paratina” vince di misura il Plajanum,con il minimo sforzo approfittando di un errore difensivo del portiere Tufano.  I gialloblu scesi in campo con un’atteggiamento davvero sottotono,basti pensare che non si riusciva a fare due passaggi di fila per poter imbastire un’azione di gioco. E’ vero che gli isolani hanno dovuto rinunciare a Fondicelli sulla corsia di sinistra,che purtroppo ha dato foirfait per un problema alla schiena,con il quale è stato sostituito da Mancusi. Una squadra che nonostante abbia adoperato dei cambi durante la gara,cambiando anche il modulo di gioco non ha portato nulla di nuovo. Il gol che sancito la vittoria del Pljanum Chiaiano,è arrivato su un calcio di punizione da centrocampo,dove Tufano ha sbagliato completamente i tempi dell’uscita-con Polizio che si è trovato tutto solo sul secondo palo depositando in rete con un tap in facile facile. Oltre alla prova negativa in campo,c’è da aggiungersi anche la così detta ingenuità mentale commessa da Mancusi con un gesto davvero sconsiderato ai danni di Vastarella,che ha portato a scatenare una rissa sul rettangolo di gioco dove si sono aggiunte altre persone presenti sulle tribune dello stadio. Un parapiglia durato almeno cinque minuti. E pensare che nelle ultime settimane si diceva che i gialloblu fossero maturati sotto l’aspetto mentale,ma per quello che abbiamo potuto assistere nel pomeriggio di ieri,è stato fatto letteralmente un passo indietro. Dopo i cinque minuti di rissa in campo,il direttore di gara ha ben pensato di estrarre anche il cartellino rosso ai danni di Vastarella,ristabilendo la parità numerica in campo. Una sconfitta che non solo dice obiettivo Promozione fallito,ma che mette sul banco degli imputati non solo alcuni giocatori ma anche lo stesso Isidoro Di Meglio,nonostante gli sia stata confermata la fiducia dal patron Emanuele D’Abundo in settimana per il lavoro ed il traguardo raggiunto fino ad ora. Per i gialloblu svanisce così il sogno,ed ora resta soltanto una strada percorribile: il ripescaggio diretto nel campionato di Promozione. Ma prima di continuare a sognare,c’è da gettare la basi per poter garantire all’intera isola d’Ischia e sopratutto ai loro tifosi,un futuro roseo,con la speranza di poter rivedere l’Ischia Calcio in Lega Pro un giorno…

Una piccola Rinascita Ischia viene battuta dal Chiaiano,svanisce il sogno Promozione

LE FORMAZIONI – La Rinascita Ischia Isolaverde deve fare a meno di Migliaccio (squalificato) e Fondicelli (improvvisa indisposizione) e viene messa in campo da mister Isidoro Di Meglio con un 4-3-3 che vede Tufano a difesa della porta, la linea difensiva formata da Del Deo, Restituto, Trani A. e Mancusi, con a centrocampo Di Spigna assistito da Varchetta e Paradiso più Muscariello, Trani L. e Matarese in avanti.

Il Plajanum Chiaiano viene messo in campo da Massimo Marzocchi con un 4-4-2 che ha Monteleone fra i pali con sulla linea difensiva composta da Cuomo, Marzocchi, Vasterella e Rippa, più Polizio, Galiano, Procentese e Esposito D. a centrocampo con Esposito G. e Pengue in attacco.

La Rinascita Ischia comincia piuttosto male. Nei primi 3 minuti Tufano è costretto ad intervenire un apio di volte, prima su un cross basso di Rippa sugli sviluppi di una punizione e poi su un colpo di testa all’indietro di Muscariello. Al 6’, Esposito D. manda altissimo da buona posizione su bel cross dalla destra. Al 10’, Gigio Trani cade in area avversaria, ma l’arbitro lo ammonisce per simulazione. I gialloblu provano ad alzare il baricentro, ma a rendersi ancora pericoloso, anche se senza calciare versi la porta di Tufano, sono ancora i padroni di casa.

CHE ERRORE DI TUFANO – Al minuto 24, il Plajanum guadagna una punizione poco oltre il cerchio di centrocampo a destra. La batte lunga in area Procentese, Tufano sbaglia completamente il tempo dell’uscita e Polizio porta in vantaggio i neroverdi. Meno di due minuti dopo, tensione in campo per un duro fallo su Del Deo che l’arbitro non punisce col giallo. Al 29’, bello scambio sulla destra Del Deo-Paradiso, ma il cross dal fondo del difensore isolano è troppo lungo per tutti. Minuto 32: punizione dall’altezza del vertice destro peri gialloblu (ammonito Rippa), che Matarese calcia direttamente verso la porta trovando la respinta bassa di Monteleone. Isidoro Di Meglio rimodula i suoi in campo, arretrando sulla linea dei centrocampisti Matarese e passando al 4-4-2. Quasi allo scadere, Di Spigna ci prova da fuori e la palla sibila di pochissimo al lato della porta avversaria.

In avvio di ripresa, Monteleone esce fuori area e poco oltre il vertice destro stende Muscariello mentre questi è impegnato nella corsa con il diretto avversario e viene soltanto ammonto dall’arbitro. Forse poteva starci il rosso. Poco dopo, grossa occasione per Matarese, che calcia da pochi passi trovando la corta respinta del portiere. E’ la prima del match per i gialloblu. Arrivano i primi cambi: il Plajanum mette Sansò per Rippa, mentre Isidoro Di Meglio inserisce Vuoso per Varchetta. Accade molto poco fino al minuto 68 quando il tecnico gialloblu manda in campo anche Valli per Muscariello. Solo un minuto dopo, il neo entrato si casa, Carnicelli, calcia di destro in area ma Tufano apra facile.

INGENUITA’ DI MANCUSI  – La Rinascita Ischia batte 3 corner di fila e per be 3 volte va vicinissima alla rete con Del Deo e Paradiso. Sugli sviluppi di una ripartenza del Plajanum, fallo di Gigio Trani che – già ammonito – viene graziato dal direttore di gara. A 10 dal termine, Mancusi colpisce un avversario a gioco fermo e viene espulso: si sviluppa una clamorosa rissa che vede l’ingresso in campo di tutti e si chiude anche con l’espulsione di Vastarella. L’arbitro concede 8 minuti di recupero. Nel quarto dei quali, Matarese spreca da due passi un cross lungo di Del Deo: Monteleone si ritrova la palla fra le braccia.

PLAJANUM CHIAIANO                    1

RINASCITA ISCHIA ISOLAVERDE     0

PLAJANUM CHIAIANO (4-4-2): Monteleone, Cuomo, Rippa (55’ Sansò), Esposito D., Marzocchi, Vastarella, Polizio (64’Esposito A.), Galiano (78’ Pollastro), Esposito G. (65’ Carnicelli), Procentese, Pengue (86’ Maglione). A disposizione: Canetti, Angiolino. All.: Massimo Marzocchi

RINASCITA ISCHIA ISOLAVERDE (4-3-3): Tufano, Del Deo, Mancusi, Varchetta (55’ Vuoso, 86’ Buono), Restituto, Trani A., Paradiso, Di Spigna, Muscariello (68’ Valli), Matarese, Trani L.. A disposizione: Arcamone, Ciccarone, Ferrandino, Di Meglio. All.: Isidoro Di Meglio

Arbitro: Massimo Esposito della sezione di Torre del Greco

Reti: 24’ Polizio (PC)

Ammoniti: Rippa, Monteleone, Sansò, Vastarella, Esposito A. (PC); Trani L., Trani A., Del Deo (RI)

Espulsi al 53’ il tecnico del Plajanum Chiaiano, Massimo Marzocchi, per proteste. All’80’ espulsi

Mancusi (RI) e Vastarella (PC) per scorrettezze

Calci d’angolo: 1-8

Recupero: 1’ p.t., 8’ s.t.

Spettatori 100 circa di cui almeno la metà ospiti

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania