Quantcast

Avv. Emanuele Di Meglio
Calcio - Eccellenza campana Ischia Ischia Calcio - news

Ischia, l’Avv Di Meglio lancia l’ultimatum all’isola

Avv. Emanuele Di Meglio
Avv. Emanuele Di Meglio

L’estate in casa Ischia è arrivata. A distanza di oltre un mese dopo la retrocessione in serie D,la società si è smantellata del tutto,perdendo soci come Rapullino, Manna e Colantonio responsabile del settore giovanile. L’unico a rimanere dopo una stagione completamente fallimentare capeggiata dalla retrocessione è l’amministratore unico Di Bello. In quanto lui responsabile della società gialloblù,tramite lo studio di Senese ha dato mandato sull’isola all’Avv. Di Meglio per ricercare nuove forze economiche per gettare le basi di un progetto con la speranza che possa avere un seguito. Qualche incontro c’è stato per il futuro dell’Ischia,ma parliamo sempre di forze nuove che arrivano soltanto dalla terraferma. Nella giornata di ieri così l’Avv. Di Meglio, ha diramato un altro comunicato ufficiale, riportando lo stesso testo di quello diffuso qualche giorno fa. “Lo scrivente in qualità di rappresentante della Ischia Isolaverde srl, comunica  che nella giornata odierna ha avuto un incontro con altro gruppo imprenditoriale napoletano interessato a rilevare completamente la compagine societaria, per procedere alla domanda di ripescaggio in Lega Pro”. Questa solo la prima parte del comunicato,con delle condizioni da rispettare. L’Avv. Di Meglio infatti lancia l’ultimatum,all’isola per cercare nuove risorse economiche. “Atteso che, le trattative in essere richiedono tutte l’interessamento da parte dell’isola d’Ischia in termini economici, consistenti nella quota di iscrizione al campionato di Lega Pro, la società chiede di avere un riscontro ufficiale entro la data del 2 luglio 2016, data cadenzata dalle impellenti scadenze federali. Si ribadisce che, la attuale società a parità di condizioni di rilievo delle quote sociali privilegerà quella formalizzata da imprenditori con residenza o ubicazione della loro attività principale sull’isola di Ischia”. Certamente qualcosa in pentola bolle,ma bisognerà vedere se queste trattative veramente ci sono state,e se andranno in porto o serve solo a stuzzicare l’isola per cercare di trovare entro il termine indicato sopra nuovi soci. Una cosa è certa e che i gruppi imprenditoriali che si sono fatti avanti,qualora dall’isola non ci fosse alcun tipo di contribuito economico, non è da escludere che il titolo posso essere trasferito in terraferma. Sono giorni di fuoco, e il futuro dell’Ischia resta appeso ad un filo.

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania