Quantcast

Impagliazzo: " A Picerno sto bene,sono soddisfatto ma posso fare molto di più"
Calcio - Eccellenza campana Ischia

Impagliazzo: ” A Picerno sto bene,sono soddisfatto ma posso fare molto di più”

EX ISCHIA ISOLAVERDE- Il difensore isolano doc,ora  con la maglia del Picerno Calcio si è confermato uno dei difensori migliori del Campionato di Serie D
“Se dovesse arrivare una chiamata dall’Ischia in futuro? Ora come ora sto bene e sono tranquillo,lontano dall’isola. L’intenzione mia è di ritornare sull’isola un giorno. Non smetterò mai di ringraziare,mister Billone Monti che mi ha cresciuto calcisticamente e che mi ha lanciato in questo mondo”.

A cura di Simone Vicidomini 

Con la stagione calcistica ormai terminata nei rispettivi campionati dilettantistici. Le squadre isolane hanno raggiunto il proprio obiettivo,passando dall’Eccellenza fino ad arrivare in Prima Categoria. Sull’isola di certo non c’è da elogiare solo le squadre per gli obiettivi raggiunti,ma anche gli isolani doc,che giocano a terra ferma. Alcuni di loro,in passato hanno indossato la maglia dell’Ischia Calcio,lasciando anche un bel ricordo nella testa dei tifosi. Tra questi troviamo Andrea Impagliazzo,difensore centrale che gioca da tre stagioni nel campionato di Serie D. Il giovane difensore ischitano,ha conquistato la salvezza con la maglia del Picerno Calcio,squadra che milita nel girone H di Serie D. L’ex gialloblu durante il corso della stagione è stato eletto più volte,uno dei difensori migliori del campionato interregionale. In questa stagione nelle 20 partite giocate ha trovato anche il suo primo gol con la casacca del Picerno Calcio. Impagliazzo in passato ha vestito i colori gialloblu. E’ stato è stato il grande protagonista delle ultime due salvezze conquistate ai play out dall’Ischia Isolaverde. Il 6 giugno 2010 fu lui, , a realizzare la rete che permise ai gialloblu di restare in serie D; Dopo quella salvezza storica,si trasferì a Messina sempre in Serie D,dove ancora oggi l’intera città ha un bellissimo ricordo di lui. Nella stagione del 2012-2013 arrivò il salto di categoria in Serie C2 con la maglia dell’Hinterreggio,per poi trasferirsi ad Aprilia. Il gigante difensivo,ritornò sull’isola nel periodo del calciomercato della stagione del 2014 dove conquistò la promozione nella Lega Pro unica con mister Antonio Porta in panchina. Successivamente la stagione in nella serie C unica non iniziò come tutti speravano. Infatti ci fu l’esonero del tecnico Porta che fu sostituito da mister Maurizi. Con l’avvento del trainer romano sulla panchina gialloblu,Impagliazzo si riuscì a ritagliare uno spazio importante,in quell’undici che si salvò nella duplice sfida play-out al cardiopalma con l’Aversa Normanna. Una salvezza che non bastò a tanti giocatori in rosa di essere riconfermati,con l’arrivo in panchina di Bitetto per poi dire addio alla Lega Pro,sul susseguirsi del fallimento dell’Ischia Calcio. Abbiamo raggiunto ai nostri microfoni,proprio l’ex difensore gialloblu per  farci raccontare della sua stagione calcistica appena conclusa,e un giudizio sulla Rinascita Ischia Isolaverde.

Impagliazzo: " A Picerno sto bene,sono soddisfatto ma posso fare molto di più"

Andrea per il secondo anno di fila da quando indossi la maglia del Picerno,avete raggiunto la salvezza nel girone H del campionato di Serie D. Sei soddisfatto della tua stagione?

Si,sono soddisfatto. Abbiamo ampliamente superato l’obiettivo prefissato,sfiorando anche i play-off. Noi abbiamo vinto contro tutte le grandi,però purtroppo abbiamo perso qualche punto di troppo con qualche squadra di bassa classifica e questo non ci ha permesso di entrare a far parte degli spareggi. A Picerno sto bene,perché è una società seria e non ci fanno mai mancare nulla”.

Durante il corso della stagione spesso sei stato eletto uno dei miglior difensori del girone….

Si ho letto anche io qualcosa. Ovviamente queste sono cose che fanno piacere. Sono due anni che a Picerno stiamo facendo buone cose. Probabilmente ci sarà anche un continuo,perché è un progetto serio,e in questa categoria non è facile trovare una squadra così “.

Quest’anno hai  totalizzato 20 presenze,segnando anche un gol. E’ stata una bella soddisfazione?

“Io di gol non ne ho mai fatti tanti,però quelli che ho segnato sono stati tutti importanti. Nella gara in cui ho segnato,ricordo che giocammo in dieci per oltre 75’. All’inizio vincevamo noi,poi loro hanno ribaltato il risultato sul 1-2 . Nel finale noi abbiamo pareggiato e poi io ho segnato il 3-2. E’ una partita che ricorderò sempre. Quel gol lo dedicai a marzo a mia moglie “.

Stando lontano dall’isola,hai avuto modo di seguire la vicende calcistiche che hanno coinvolto i tifosi a fondare la Rinascita Ischia Isolaverde partendo dalla prima categoria. Cosa ne pensi a riguardo ?

“Sicuramente dispiace per come sono andate le cose. Rifondare una squadra,ovvero la Rinascita Ischia,fa capire l’amore che hanno i tifosi verso l’Ischia Calcio. Questa iniziativa è nata solo grazie a loro. Non è facile,perché ci vogliono le competenze giuste per rientrare nel calcio che conta. Con i giusti sacrifici e con il tempo gli auguro di risalire al più presto. Credi nel ritorno dell’Ischia Calcio in Lega Pro ? Assolutamente si “.

Impagliazzo: " A Picerno sto bene,sono soddisfatto ma posso fare molto di più"

Tornando indietro di qualche anno,anche tu hai indossato la maglia gialloblu. Quale ricordo ti porti ancora dietro ?

“Io i ricordi fortunatamente li ho tutti positivi. Anche se ad Ischia non ho mai vissuto situazioni semplici,essendo isolano ma è sempre un po’ così. Io sono contento,perché ho dato sempre il massimo. Io cammino a testa alta. Ho conquistato due salvezze miracolose e una Promozione in Lega Pro unica,quindi sono ampiamente soddisfatto”.

Da pochi giorni sei convolato a nozze,auguri ! E’ lecito domandarti che tipo di emozioni hai provato? La stessa gioia ed emozione di quando hai segnato quel gol nello spareggio play out a Bacoli del 2-1?

“Sicuramente sono due grosse emozioni,ma non paragonabili. Si è coronato un sogno di una vita ed è tutta un’altra cosa. Le soddisfazioni calcistiche sono ben altre,anche perché è il mio lavoro e la mia passione. Per prima cosa vengono mia moglie e la mia famiglia”.

Con la stagione calcistica svolta al termine,ad Ischia si inizia a programmare il futuro per cercare di tornare in serie D. Se dovesse arrivare una chiamata dall’Ischia accetteresti?

“Ora come ora sto bene e sono tranquillo,lontano dall’isola. Purtroppo in passato ho vissuto situazioni non semplici. Per ora no…l’intenzione mia è di ritornare sull’isola un giorno”.

Cosa ti auguri per il tuo futuro?

“ Io mi auguro di crescere,di migliorare e di togliermi delle soddisfazioni. Io ci metto impegno e sacrificio e davanti a me se dio vuole,avrò altri dieci anni per giocare a calcio e ritagliarmi altre soddisfazioni. Ad ora mi ritengo soddisfatto,però posso fare molto di più”.

Siamo in chiusura,ringraziamento speciale a qualcuno in particolare?

Ringraziamento ti dico la mia famiglia,perché quando stai sereno sono loro a farti ad andare avanti. E’ un lavoro non semplice,dove viene impiegata la testa e l’emozione per questo bisogna stare sereni e tranquilli. Ovviamente ringrazio anche chi mi ha cresciuto calcisticamente,mister Billone Monti che ringrazierò sempre per avermi lanciato in questo mondo”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania