Quantcast

Ischia, Gigio Trani: "Obiettivo play-off, a Poggiomarino per vincere"
Calcio - Eccellenza campana Ischia

Ischia, Gigio Trani: “Obiettivo play-off, a Poggiomarino per vincere”

L’INTERVISTA – Il piccolo folletto Trani offensivo gialloblu ci parla dell’ultimo successo arrivato contro la Torrese, del momento che sta vivendo nella seconda parte di stagione e delle prospettive future

Il paragone con Cunzi? In passato ha dato molto e ha fatto tanto per l’Ischia. Per me  è solo un complimento. Io spero di portare in alto questa squadra proprio come ha fatto lui. Io giorno dopo giorno in allenamento metto sempre il massimo per migliorare,per scendere poi in campo la domenica  mettendo la giusta cattiveria agonistica e la voglia di portare a casa i tre punti”

Simone Vicidomini- L’Ischia dopo la battuta d’arresto avuta la scorsa settimana a Barra contro il Maued (0-0) ,e ritornata alla vittoria. I gialloblu nell’ultimo turno hanno battuto per 3-1 la Torrese allo stadio “Mazzella” Un successo che è valso l’aggancio al quarto posto in classifica ma soprattutto il sorpasso sul Procida (per la prima volta in stagione) che ha pareggiato per 2-2 contro il Sant’Antonio Abate. Una partita giocata male dove la squadra ha fatto fatica a scardinare la difesa corallina. Non a caso a sbloccare il match è stato proprio un episodio alla mezz’ora con Vitagliano che dal limite ha lasciato partire un tiro di contro balzo per il gol che è valso l’1-0. La marcatura messa a segno dall’esperto centrocampista ha messo la gara in discesa per Mennella & Co. Una Torrese che non si è mai resa pericolosa in virtù anche delle tante assenze soprattutto nel reparto offensivo come La Pietra e Scala. Il raddoppio è stato messo a segno da Rubino. Successivamente i gialloblu sono rimasti in dieci per l’espulsione di Sirabella (doppio giallo). La squadra ospite guidata in panchina da Ciro Manzo ex Ischia, ha provato ad alzare il baricentro ma senza creare alcun pericolo alla retroguardia locale. A chiudere definitivamente il match è stato Gigio Trani, subentrato al posto di Rubino (ammonito) che ha sfruttato un perfetto lancio lungo di Monti con la sfera che prima ha colpito il palo interno e poi è terminata in rete per il 3-0. Nel finale arrivata il gol della bandiera da parte dei corallini (posizione di fuorigioco) con Caso da due passi dopo una strepitosa parata di Mennella che si vede così interrompere l’imbattibilità dopo quasi 500 minuti. Per commentare la vittoria nell’ultimo turno abbiamo intervistato il piccolo folletto gialloblu Gigio Trani che ci ha parlato anche delle prospettive future sulla squadra.

Trani,domenica dopo lo stop avuto contro la Maued,siete ritornati alla vittoria contro la Torrese. Una partita mai messa in discussione per il risultato maturato. Va detto però che fino al gol di Vitagliano avete giocato male…

“Abbiamo affrontato un’ottima squadra. La Torrese era alla ricerca di punti per tentare di entrare nei play-off. Ad inizio primo tempo le due squadre erano chiuse e non c’erano gli spazi per l’imbucata vincente. Abbiamo giocato abbastanza male, è vero proprio per questo motivo. Finche non si fosse sbloccata la partita con un episodio sarebbe stato veramente difficile trovare  lo spazio per la giocata vincente. Se il terreno di gioco del Mazzella può influire? Il campo di certo non è come qualche mese fa. La causa sono stati maltempi avuti nell’ultimo periodo,bruciando la maggior parte del terreno di gioco. Il nostro giardiniere del campo, Giuseppe comunque ci mette veramente l’anima per farsi che il terreno di gioco sia in perfette condizioni. Sarà difficile più che altro giocare la palla con queste zone irregolari del campo con il pallone che potrebbe prendere direzioni diverse”.

Nella partita scorsa al di là del risultato maturato,a fine partita c’è stato un po’ di nervosismo che ha portato ad uno sfogo abbastanza pesante negli spogliatoi da parte di mister Bilardi. Le chiedo la squadra come ha vissuto questa situazione ?

“Subito dopo la partita giocata contro la Maued,il martedì ci siamo riuniti al campo per fare allenamento. Il mister prima della seduta di allenamento è entrato negli spogliatoi e abbiamo chiarito tutte le vicende che erano successe durante il fine settimana scorsa con delle voci che si erano sparse sulle presunte dimissioni sue. Ha voluto chiarire subito ad inizio settimana queste cose,proprio per preparare al meglio la gara contro la Torrese. Lo spirito nostro durante la settimana è stato uno dei migliori,proprio per non farsi che accadesse quello che è successo contro il Maued ,scendendo in campo nervosi ed altro. Era l’occasione giusta per riscattarci al meglio dopo quel pareggio”.

E’ doveroso chiederle come mai sta trovando poco spazio? Forse il motivo è che quando gioca titolare spesso cade nelle provocazioni degli avversari invece quando subentra è sempre decisivo come lo è stato nella partita di domenica…

“Può essere anche questo il motivo. A volte non metto la concentrazione giusta in campo e penso ad altre cose che non c’entrano niente con il pallone. Su questa cosa devo lavorarci e migliorare sempre. Quando gioco e giochiamo da squadra i risultati si vedono. Dovrei evitare di cadere in qualche tranello di troppo. Da ora in poi ci giocheremo gran parte del campionato e serve la mano di tutti quanti. Dobbiamo affrontare le partite evitando proprio queste sciocchezze”.

La vittoria maturata contro la Torrese è significato l’aggancio al quarto posto in classifica superando il Procida. Con quale spirito si andrà ad affrontare il Poggiomarino? E soprattutto alla fine di queste due trasferte (Ponticelli pure) cosa  potremmo dire ?

“La vittoria ottenuta e voluta fortemente contro la Torrese ci porterà ad affrontare il Poggiomarino con l’obiettivo di vincere la partita. A maggior ragione dopo questo traguardo che abbiamo raggiunto,cercheremo partita dopo partita di arrivare fino in fondo. Principalmente pensiamo a domenica,poi penseremo alla prossima partita. Se dovessimo vincere domenica e poi successivamente anche a Ponticelli,sicuramente avremo ancora più fame,voglia e spirito di squadra per arrivare fino alla fine”.

Si pensava che la gara contro il Poggiomarino si giocasse di sabato,invece è stata spostata a domenica mattina alle ore 11:00. Ecco questo può un fattore che può influire su di voi? Spesso le squadre isolane che si trovano a giocare a terra ferma a quest’ora hanno avuto qualche problema

“Non le so dire se troveremo qualche difficoltà. Certamente durante la settimana prepareremo qualche seduta di allenamento in mattinata proprio per vedere come affrontare la partita in mattinata. Potrebbe influire qualcosa,proprio per questo ci faremo trovare pronti sotto questo aspetto”.

L’Ischia che oggi gioca nel campionato di Promozione ha un giocatore come lei con caratteristiche super offensive tra cui la velocità. Ecco in passato i colori gialloblu hanno avuto un calciatore simile stiamo parlando di Evengelista Cunzi. Entrambi avete dimostrato di essere una spina nel fianco per le difese avversarie. Il paragone può essere assurdo però a volte è così…

“Stiamo parlando di un grandissimo giocatore. Questo è solo un complimento stupendo che mi sta facendo. Io giorno dopo giorno in allenamento metto sempre il massimo per migliorare,proprio in virtù di scendere poi in campo la domenica per mettere la giusta cattiveria agonistica e la voglia di portare a casa i tre punti. Cunzi ha dato molto e ha fatto tanto per l’Ischia in passato è solo un complimento. Io spero di portare in alto questa squadra proprio come ha fatto lui”.

Obiettivo per questa seconda parte di stagione? “Cercheremo di portare a casa questi play off per portare una grande soddisfazione al popolo ischitano e soprattutto a noi stessi per quello che stiamo facendo. Metteremo tutta la grinta a disposizione per vincerli. Sognare non costa nulla…

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania