Calcio - Eccellenza campana Ischia

Eccellenza-Il Savoia espugna lo stadio “Calise” ma è festa grande per il Real Forio….

Poteva finire meglio la stagione del Real Forio ormai già salvo da settimane. Contro il Savoia non è bastata l’ennesima prestazione positiva e i biancoverdi hanno dovuto incassare un’altra immeritata sconfitta. Quanto visto allo stadio “Calise” stamane è un po’  lo specchio di una stagione intera. Tanti sono stati i punti lasciati per strada, forse è il prezzo da pagare per chi crede in una squadra composta quasi esclusivamente da giovani. Primi 20′ di gioco spettacolari, poi il Savoia allunga nella ripresa (tanta fortuna) con il Forio che riesce solo ad accorciare. Per i biancoverdi doppietta di Vitagliano e rete di De Felice. Per l’attaccante classe ’96 è la 19esima rete stagionale che significa terzo posto nella classifica cannonieri del girone A. Nonostante la sconfitta, all’ombra del Torrione è stata festa grande. Due colonne di questa società hanno detto addio al calcio giocato: Nicola Mora e Franco Verde. Momenti emozionanti prima della gara con l’ingresso in campo dei calciatori che, insieme alla società, hanno voluto omaggiare i due compagni di squadra. Giuseppe Di Maio, a nome di tutta la società del popolo foriano, ha consegnato una targa ad entrambi i calciatori. A Franco Verde “per aver difeso con passione e dedizione i colori del comune di Forio; a Nicola Mora “per essersi distinto  sui campi di calcio a qualsiasi livello, onorandoci di indossare la nostra maglia nelle ultime due stagioni”.

LA PARTITA – Gli isolani sembrano iniziare con il giusto piglio. Ma il Savoia passa in vantaggio alla prima occasione dopo otto minuti: scatta sul filo del fuorigioco Esposito, incerto l’emozionato Verde in uscita e gol facile facile a porta vuota per il numero 9 oplontino. La reazione del Real Forio non si fa attendere. Punizione dal limite battuta da Mora, la traversa respinge il tiro dell’ex Napoli che avrebbe potuto festeggiare con un gol il suo addio al calcio. Sfortunato. Passano un paio di minuti e sugli sviluppi del primo calcio d’angolo della partita, Calise va a staccare di testa completamente indisturbato da due passi, la risposta del portiere Gallo è miracolosa e il Savoia resta in vantaggio. Solo per poco, perchè al 15′ arriva l’1-1 dei ragazzi di Impagliazzo al termine di un’azione da manuale: colpo di tacco sulla fascia sinistra di De Felice per la sovrapposizione di Sannino, il cross del centrocampista classe ’97 arriva dalle parti di Vitagliano che con un bel tiro a giro mette a segno il gol del pari. Dura appena due minuti la gioia del Forio, gli ospiti, infatti, passano nuovamente in vantaggio:  scatto sul filo del fuorigioco da parte di Prevete (azione da rivedere per probabile fuorigioco), che porta nuovamente avanti il Savoia. La squadra allenata da mister Fabiano si fa nuovamente rimontare – esattamente al 20′ – ancora una volta grazie alla rete di Vitagliano e pure stavolta al termine di un’azione bellissima dei padroni di casa. Dopo i primi 20′ di fuoco, che regalano al pubblico presente ben quattro reti, nella seconda parte della prima frazione i ritmi di gioco calano vertiginosamente. Bisogna attendere il 33′ per assistere ad un’azione pericolosa, pure in questo caso creata dal Forio: Trofa vede il portiere fuori dai pali e prova un tiro da oltre 40 metri che non termina di molto alto. Poco dopo Onda prova a calciare verso la porta avversaria, ma Verde riesce a parare senza problemi. E’ questo l’ultimo intervento del portierone foriano che a 5′ dalla fine del primo tempo lascia il campo al collega Sollo. Franco Verde strappa gli applausi di tutto lo stadio e gli abbracci di compagni e avversari; scappa anche la lacrima. Il primo termina sul 2-2. La ripresa prosegue sulla falsa riga del primo tempo con ritmi davvero molto blandi e poche emozioni. Almeno fino al 50′, quando Vitagliano per poco non realizza quella che sarebbe stata una storica tripletta, ma al momento del tiro Bosco tocca quanto basta il pallone per mandare a vuoto il giovane classe ’99 del Forio. Dopo 5′ trema nuovamente la difesa del Savoia: questa volta è Trofa a mandare in confusione gli ospiti, tuttavia l’ex Ischia si perde al momento della conclusione. Nel frattempo Castagna prende il posto di capitan Chiaiese e la fascia passa a Nicola Mora. Il Savoia, per venti minuti della ripresa mai pericolo, riesce  guadagnare un calcio di rigore per un tocco di mano (da rivedere) di Francesco Iacono. Sul dischetto si presenta il solito Esposito, il quale spiazza Sollo, realizza la tripletta e soprattutto il 3-2 per il Savoia. A questo punto arrivano le prime mosse di mister Fabiano che manda in campo Andres per Agata e Tulimieri al posto di Pianese. Ed è proprio Tulimieri a calare il poker al 33′ del secondo tempo: giocata pazzesca di Onda che ubriaca mezza difesa biancoverde e scarica il pallone per Tulimieri che da distanza ravvicinata non può sbagliare. Al 37′ il Forio prova ad accorciare le distanze: cross di Sannino dalla sinistra, colpo di testa a botta sicura di De Felice, ma Gallo si supera ancora una volta ed è anche fortunato perchè dopo la respinta il pallone scheggia il palo e finisce in angolo. Sul tiro dalla bandierina battuto da Sannino, De Felice va nuovamente vicino al gol. La diciannovesima rete è solo rinviata.  Arriva, infatti, al 40′: ripartenza biancoverde, De Felice si ritrova a tu per tu con il portiere, lo salta e appoggia il pallone in rete; è un gol pesantissimo per l’attaccante classe ’96 protagonista di un girone  di ritorno spettacolare. Con il terzo gol del Forio termina di fatto la partita. L’arbitro, scaduto il tempo regolamentare non concede neanche un minuto di recupero, anche perchè nessuna delle due squadre sembrava intenzionata a voler fare più di quanto non si fosse già visto. Vince il Savoia 4-3 contro un Forio che non ha affatto demeritato. La compagine di Torre Annunziata termina il campionato al terzo posto e affronterà il Procida nella semifinale play-off. Il Real Forio chiude a quota 37 punti ma con un settimo posto senza precedenti. Negli spogliatoi si festeggia brindando ad un futuro che, si spera, possa continuare ad essere roseo per la società biancoverde. Baci, abbracci e saluti calorosi a Franco Verde e Nicola Mora, protagonisti di una giornata che difficilmente sarà dimenticata da loro e da chi ha voluto essere allo stadio “Calise” a tutti i costi.

REAL FORIO  3

SAVOIA  4

REAL FORIO (3-5-2): Verde (42’ Sollo), Di Dato, Mora, Calise, Iacono F. Iacono C. (76’ Costagliola T.), Vitagliano, Trofa, Sannino, Chiaiese (57’ Castagna), De Felice. A Disposizione: Sollo, De Luise V., Fanelli, Conte, Castagna, Costagliola A. De Luise M.. All.: Impagliazzo.

SAVOIA (4-3-3): Gallo, Rocchino, Guarro, Agata (70’ Andres), Castaldo, Bosco, Borrelli (80′ Terrone), Prevete, Esposito, Pianese (72’ Tulimieri), Onda. A disposizione: Formisano, Grimaldi, Blasio, Andres, Tulimieri, Infimo. All.: Fabiano

ARBITRO: Vincenzo Castropignano di Ercolano (Alessandro Marchese di Napoli e Ciro Imperato di Ercolano) RETI: 8’ e 66’ rig. Esposito (S), 17′ Prevete (S), 15’ e 20’ Vitagliano (RF), 77’ Tulimieri (S), 81’ De Felice (RF)

NOTE: Ammonito Di Dato (RF), Andres (S). Calci d’angolo: 3-1. Recupero: 1’ pt, 0’ st

SPETTATORI: 200 circa

Categorie

YouTube

Iscriviti al nostro canale