Cronaca Sportiva

Russia 2018, il Brasile vince nel recupero, exploit della Nigeria. Svizzera, che colpo

L’Islanda fa flop, crolla la Serbia, Costarica beffata

Vittoria tanto sofferta quanto importante per il Brasile di Tite che supera per 2-0 il Costarica grazie alle reti, nel recupero, di CoutinhoNeymar. Questa vittoria permette ai verdeoro di respirare e di poter lottare per la qualificazione agli ottavi di finale.
Un Nigeria-Islanda che non ti aspetti. Una partita che resta bloccata per tutto il primo tempo con le due squadre che sembrano aver paura di affondare il colpo, ma che nel secondo tempo offre spettacolo con il gol in avvio di Musa che prende in controtempo la difesa islandese. Difesa islandese che lo stesso Musa manda in tilt per la rete del 2-0. L’Islanda sbaglia anche un calcio di rigore.
Nella gara serale la Svizzera vince in rimonta per 2-1 contro la Serbia grazie ai gol di XhakaShaqiri che ribaltano quello di Mitrovic. Decisiva la rete in contropiede dell’ex Inter che batte Stojkovic e mette la sua nazionale con un piede e mezzo agli ottavi di finale.

BRASILE-COSTARICA 2-0
Ha faticato e non poco il Brasile per portare a casa una vittoria fondamentale per il prosieguo nel Mondiale russo. Di fronte c’è un Costarica organizzato, quadrato e tatticamente perfetto con un Keylor Navas pronto a fermare ogni tentativo avversario. Qualche piccolo sussulto arriva solo da calcio piazzato. La gara scorre via con lo stesso copione per tutti i 90 minuti: il Brasile assedia e attacca e il Costarica si difende cercando le ripartenze in contropiede. Ma al 91′ i verdeoro passano in vantaggio grazie a Coutinho che ribadisce in rete uno stop sbagliato di Gabriel Jesus. Il Costarica si spinge in avanti per cercare il pari ma è il Brasile a trovare il pari su contropiede: Douglas Costa scappa via e crossa al centro per Neymar che di piatto appoggia in rete a porta vuota.

Brasile: Alisson, Fagner, T. Silva, Miranda, Marcelo, Paulinho (68′ Firmino), Casemiro, Coutinho, Willian (46′ D. Costa), G. Jesus (90′ Fernandinho), Neymar. All: Tite.
Costarica: Navas, Acosta, Gonzalez, Duarte, Gamboa (75′ Calvo), Borges, Guzman (83′ Tejeda), Oviedo, Venegas, Ruiz, Urena (54′ Bolanos). All: Ramirez.

Reti: 90+1′ Coutinho, 90+7′ Neymar
Ammoniti: Neymar (B), Coutinho (B), Acosta (C)

NIGERIA-ISLANDA 2-0
Una gara abbastanza soporifera quella che va in scena nel primo tempo con le formazioni bloccate dalla paura di perdere. Sconfitta che condannerebbe la Nigeria e che inguaierebbe gli islandesi. Il primo tempo si chiude a reti inviolate. Nel secondo tempo è subito Nigeria: Moses va via sulla destra, crossa al centro e Musa prima aggancia di destro e poi calcia in porta battendo Halldorsson per l’1-0. L’Islanda prova a riordinare le idee, ma non è la stessa squadra ammirata contro l’Argentina. Al 75′ Musa colpisce ancora: va via sulla sinistra, supera due avversari e il portiere prima di siglare il gol del raddoppio. Minuto 83 e gli islandesi possono usufruire di un calcio di rigore per fallo di Ebuhei su Sigurdarson: sul dischetto va Sigurdsson che però spara alto. La Nigeria batte l’Islanda e si giocherà il tutto per tutto con l’Argentina mentre per gli islandesi si complica il discorso qualificazione.

Nigeria: Uzoho, Balogun, Ekong, Omeruo, Moses, Ndidi, Obi Mikel, Etebo (90′ Iwobi), Idowu (46′ Ebuehi), Musa, Iheanacho (85′ Ighalo). All: Rohr.
Islanda: Halldorsson, Saevarsson, Arnason, Sigurdsson (65′ Ingason), Magnusson, Gislason, Gunnarsson (87’Skulason), Sigurdsson, Bjarnason, Boedvarsson (71′ Sigurdarson), Finnbogason. All: Hallgrimsson.

Reti: 49′ Musa, 75′ Musa
Ammoniti: Idowu (N)
Note: all’83’ Sigurdsson sbaglia un calcio di rigore

SERBIA-SVIZZERA 1-1
Una gara molto importante che potrebbe regalare la qualificazione alla Serbia che entra in campo con tanta determinazione e al 5′ è già in vantaggio con un’inzuccata di Mitrovic su assist di Tadic. Serbi molto bravi ad imbrigliare il gioco della Svizzera che fa fatica ad uscire palla al piede. Col passare del tempo, però, la gara sale un pò di tono e l’arbitro è costretto a mostrare qualche cartellino giallo. Per gli svizzeri solo un’occasione con il tiro di Dzemaili che si spegne sul fondo. Nella ripresa la Svizzera parte forte per riacciuffare la partita e al 52′ trova il pari con Xhaka, bravo a raccogliere una respinta della difesa serba e a trafiggere Sommer. Gli svizzeri ci credono e vanno vicino al vantaggio con Shaqiri che colpisce l’incrocio dei pali a portiere battuto. La Serbia cala, fatica a macinare gioco e la Svizzera aumenta il ritmo e trova occasioni con Embolo, Shaqiri e Gavranovic ma senza riuscire a colpire. Ci riprovano i serbi a spingersi in avanti, ma colpisce la Svizzera: Xhaka recupera palla e serve Shaqiri che dopo 50 metri di corsa fa 2-1 e ipoteca la qualificazione agli ottavi

Serbia: Stojkovic, Ivanovic, Milenkovic, Tosic, Kolarov, Milivojevic (81′ Radonjic), Matic, Tadic, Milinkovic-Savic, Kostic (64′ Ljajic), Mitrovic. All: Krstajic
Svizzera: Sommer, Lichtsteiner, Schaer, Akanji, Rodriguez, Behrami, Xhaka, Shaqiri, Dzemaili (72′ Embolo), Zuber (90+3′ Drmic), Seferovic (46′ Gavranovic). All: Petkovic.

Reti: 5′ Mitrovic (SE), 52′ Xhaka (SV), 90′ Shaqiri (SV)
Ammoniti: Milinkovic-Savic (SE), Milivojevic (SE), Matic (SE), Mitrovic (SE), Shaqiri (SV)

Print Friendly, PDF & Email

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania