Quantcast

Cronaca Sportiva

Italia-Liechtenstein, Quagliarella trascina l’Italia dei giovani con una doppietta!

Italia-Liechtenstein, Quagliarella trascina l’Italia dei giovani con una doppietta!

Nei 10 minuti che il CT Roberto Mancini gli ha concesso contro la Finlandia c’era quasi riuscito. A strozzare l’urlo del goal in quel caso ci avevano pensato prima i guanti del portiere scandinavo e poi la traversa. Questa sera a Fabio Quagliarella sono serviti appena altri 35 minuti per ritrovare il goal in azzurro che mancava da oltre 9 anni. Il suo rigore è perfetto! Passano altri 10 minuti e la scena si ripete: l’attaccante della Samp si ripresenta sugli 11 metri e la insacca. Doppietta! E’ il marcatore più anziano nella storia della Nazionale italiana (36 anni e 54 giorni). L’attaccante di Castellammare di Stabia sta vivendo una stagione da record rincorrendo il titolo di capocannoniere del campionato di Serie A. Poco importa se l’avversario si chiama Liechtenstein, il “vecchio” della Nazionale Italiana segna anche per dare più forza alla sua candidatura nei prossimi impegni dell’Italia. Il sogno si chiama “Europei 2020“. Di anni ne avrà 37, ma con una forma del genere chi avrebbe il coraggio di lasciarlo a casa? E a Castellammare già sperano nella doppia rappresentanza con il giovane Donnarumma a blindare la porta azzurra.

Queste le sue parole al termine del match nel corso dell’intervista rilasciata alla Rai:

Hai battuto il record di Panucci con il gol “più maturo” realizzato dall’Italia: E’ stata una bellissima serata, ho fatto due goal. Ci tengo ad ringraziare i miei compagni: è merito loro, mi hanno incitato a segnare e nel secondo tempo hanno provato a farmi segnare anche il terzo. Purtroppo non è arrivato, ma sono ricordi che porterò sempre con me! Ringrazio anche il pubblico che, come ad Udine, mi ha dimostrato un grandissimo affetto dedicandomi cori per tutta la partita

Seconda gioventù? Sinceramente non mi sento un 36enne: mi alleno bene, con continuità. Sono sereno. Per questo devo ringraziare la Sampdoria che mi ha dato opportunità di giocare con continuità. Un ringraziamento speciale anche a Mancini che mi ha seguito durante il campionato e mi ha dato questa possibilità.

I rigori: Per quelli devo ringraziare Jorginho e Bonucci, che me li hanno lasciati. Sono venuti da me e mi hanno detto che mi toccava. Li ringrazio

Primi nel girone? Partire bene è importante, questa è l’Italia, è il passo che dobbiamo avere!

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Avatar

Mario Calabrese

Nato a Gragnano, diplomato al Liceo Classico "Plinio Seniore" di Castellammare di Stabia, attualmente iscritto al corso di laurea "Scienze per l'investigazione e la sicurezza" dell'Università degli Studi di Perugia

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SPONSOR

www.autoparti.it

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

I nostri ultimi video

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania