Quantcast

Euro 2016 Ottavi di finale 26 giugno Ungjeria vs Belgio
Cronaca Sportiva

EURO 2016: Ungheria Belgio 0-4|Un Belgio travolgente accede ai quarti di finale

Ungheria Belgio 0-4. La squadra di Wilmots domina e travolge i magiari. Accesso meritato ai quarti di finale

Allo Stadium Municipal di Tolosa si disputa la quarta gara valida per gli ottavi di finale di Europa 2016. Il Belgio travolge gli avversari nonostante una dignitosa prestazione dei magiari che hanno tenuto aperta la gara fino al 78’ nel tentativo di pareggiare. Poi è arrivata la goleada belga che ha proclamato la squadra di Wilmots vincitrice indiscussa di questa partita. L’accesso ai quarti di finale è meritato, il 1° luglio affronterà il Galles.

Primo tempo

La gara inizia con un pressing asfissiante dei belgi sui magiari. La prima occasione per la squadra di Wilmots si presenta al 6’ con Lukaku che tenta la conclusione, la palla viene deviata in angolo dal portiere.

Al 10’ arriva il vantaggio belga: De Bruyne dalla fascia sinistra crossa verso il  centro dell’area, Alderweireld stacca di testa e insacca alle spalle del portiere.

Ungheria Belgio 0-1

Al 15’ parata di Kiràly su tiro pericoloso di De Bruyne che servito da Lukaku, s’invola verso la porta e scarica il suo sinistro, bloccato dal portiere.

Al 24’ buona azione ungherese innescata da Dzsudzsák che prova la conclusione da fuori area, ma Courtois è attento e neutralizza il pericolo.

Al 35’ il Belgio è vicino al raddoppio: punizione battuta da De Bruyne, la palla arriva a un centimetro sotto la traversa ma il portiere riesce ad arrivarci e  respinge. Grande parata di Kiràl che tiene ancora aperta la gara.

Risposta ungherese al 40’ con un fendente di Dzsudzsák che sorvola di poco la traversa. L’Ungheria prova a tenere testa agli avversari senza subirne la potenza.

I migliori di questo primo tempo sono stati Kiràly per l’Ungheria e De Bruyne per il Belgio. Molti gli errori di Nainggolan in questa gara mentre il napoletano Mertens ha provato a distinguersi con qualche azione seppur dalla conclusione imprecisa.

Secondo tempo

Ripresa aggressiva per i belgi che si rendono pericolosi con i soliti Lukaku e De Bruyne. Gli ungheresi provano allora a cambiare atteggiamento e alzano il baricentro insieme a un buon possesso palla. Arrivano allora le azioni pericolose che mettono i brividi ai magiari.

Al 53’ occasione per l’Ungheria: Dzsudzsák crossa verso il centro dove Szalai stacca di testa, palla deviata dal difensore belga.

Al 66’ grande parata di Courtois su un bellissimo e insidiosissimo tiro di Pintér che ha regalato una grande speranza ai suoi tifosi

Al 68’ è ancora l’Ungheria a rendersi pericolosa con un tiro angolato al volo di Juhàsz che parte da fuori area e la cui conclusione finisce di poco fuori. Si accavallano le occasioni pericolose degli ungheresi che in questa fase di ripresa stanno schiacciando gli avversari.

Nonostante il pressing dell’Ungheria, arriva il gol del ko definitivo:

Al 78’ Batshuayi, appena entrato al posto del grande Lukaku, riceve una palla d’oro da Hazard. Il numero 22 non spreca e appoggia in rete la palla del 2 a 0.

Incredibile contropiede del Belgio che dopo solo 2 minuti dal raddoppio, realizza la terza rete all’80’. Uno scatenato Hazard riceve palla da fuori area, dribbla 2 avversari e conclude in rete. Ovazione per l’attaccante numero 10 belga che viene subito sostituito da Fellaini.

Chiude la goleada allo Stadium Municipal Carrasco che con un sinistro sul primo palo affonda i magiari a digiuno di reti. Ungheria Belgio 0-4

FORMAZIONI

UNGHERIA (4-2-3-1): Király; Kadar, Guzmics, Juhász, Lang; Gera (46’ Elek), Nagy; Dzsudzsák, Pintér (75’ Nicolics), Lovrencsics; Szalai.

Ct.: Storck

BELGIO (4-2-3-1): Courtois; Meunier, Alderweireld, Vermaelen, Verthongen; Nainggolan, Witsel; Mertens (70’ Carrasco), De Bruyne, Hazard (81’ Fellaini); Lukaku (77’ Batshuayi).

Ct.: Wilmots

ARBITRO: Milorad Mazic

AMMONITI: Kadar (U); Lang (U) Elek (U); Vermaelen (B); Batshuayi (B)

MARCATORI: 10’ Alderweireld; 79′ Batshuayi; 80′ Hazard; 91′ Carrasco

ALLEGATI: (Vademecum Euro 2016) http://www.vivicentro.it/sport/cronaca-sportiva/vademecum-euro-2016-ad-ora/

di Maria D’Auria

 

Print Friendly, PDF & Email

In merito all'autore

Maria D'Auria

Giornalista campana di adozione romana. Laureata in giurisprudenza, impegnata nel sociale, appassionata di lettura, scrittura, fotografia. Collaboratrice della testata ViVicentro.it, referente per la Regione Lazio. Esperta di comunicazione, cronaca sportiva, inchieste, eventi.

Aggiungi un commento

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Il nostro YOUTUBE

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

News Mania