Quantcast

Banner Gori
Rubino: “Il punto a Procida è giusto, ma in parte. I tifosi? Il nostro punto di forza”
Calcio - Eccellenza campana

Rubino: “Il punto a Procida è giusto, ma in parte. I tifosi? Il nostro punto di forza”

PROMOZIONE-L’INTERVISTA L’attaccante gialloblu ci parla del pareggio ottenuto nel derby di sabato contro il Procida e delle prospettive future

La corsa la dobbiamo fare su noi stessi, perché abbiamo  dato una grande risposta recuperando nove punti in cinque partite. Adesso ci troviamo un punto sotto, però il nostro obiettivo è pienamente ancora in corso”

Simone Vicidomini– La corsa dell’Ischia si è fermata a sette vittorie consecutive. I gialloblù,sabato pomeriggio allo “Spinetti” contro il Procida hanno pareggiato per 0-0. Il derby delle isole è finito in parità,come all’andata. Purtroppo per la squadra di Monti c’è un pizzico di rammarico per le occasioni avute e non capitalizzate al meglio. Nulla da dire per la prestazione offerta da Mennella & Co in campo,che hanno dimostrato di essere superiori dominando il lungo e il largo l’intero arco della gara,anche se forse con un pizzico di personalità in più,si poteva portare a casa una vittoria. Di fronte però, c’era un Procida che tutto sommato ha fatto la sua partita portandosi a casa un punto (il secondo tra andata e ritorno). Lamarra ha salvato i suoi in più di una circostanza con parate degne di una categoria superiore,poi i gialloblu hanno colpito un palo,scheggiandone un altro, a fronte di una sola vera occasione costruita dai biancorossi. Purtroppo il mezzo passo falso,ha fatto scivolare nuovamente i gialloblu al secondo posto in classifica, con il Pianura (vittorioso per 5-0 contro l’Ercolano) che si è ripreso la vetta portandosi a +1. Per commentare il pareggio contro il Procida, abbiamo intervistato ai nostri microfoni Gerardo Rubino,l’attaccante infatti ha avuto una delle palle gol per sbloccare il risultato. Ecco le sue parole.

Rubino-Ischia post Procida

Rubino, sabato allo Spinetti contro il Procida è arrivato soltanto un pareggio. Forse per le occasioni avute meritavate di portare a casa qualcosa in più?

“Purtroppo come ben si è visto il pareggio ci sta un po’ stretto. La partita per quasi tutta la durata l’abbiamo fatta noi nella loro metà campo. Abbiamo avuto una buona supremazia. Nel calcio se non fai gol, queste tipo di partite finisco così o rischi di subirlo”.

Un punto che forse lascia l’amaro in bocca,anche se lo stesso mister Monti ha dichiarato che questo è un punto importante contro un’ottima squadra…

“Se facciamo un calcolo di percorso,penso che un pareggio a Procida ci possa stare visto la squadra che abbiamo affrontato e per il campionato che sta affrontando. Sapevamo che non era facile andare a vincere lì, sia per la rosa che hanno che per la partita in se per se che tutto sommato è sempre un derby. Non penso che loro abbiano fatto tanto,secondo me hanno giocato la partita che dovevano fare. Purtroppo per merito un po’ di Lamarra,che è un signor portiere è un po’ di sfortuna,perché sull’occasione del palo che ho colpito,io stavo andando in avanti e ho dovuto fare una torsione e più di piazzarla lì non potevo far altro. Il punto è giusto in parte”.

Il pareggio contro il Procida,però vi ha fatto scivolare nuovamente al secondo posto in classifica con il Pianura che si è ripreso la vetta ad una sola lunghezza vista la vittoria per 5-0 ai danni dell’Ercolano. Pensa che fino alla fine ci sarà questo botta e risposta?

“La nostra intenzione è quella di fare un campionato da vertice. Adesso ci troviamo lì e ci giocheremo le nostre carte contro qualsiasi avversario. La corsa la dobbiamo fare su noi stessi, perché abbiamo  dato una grande risposta recuperando nove punti in cinque partite. Adesso ci troviamo un punto sotto, però il nostro obiettivo è pienamente ancora in corso”.

Domenica al Mazzella arriva il Chiaiano,che aprirà un tour de force impegnativo per voi,con Ottaviano,Pianura e poi Ercolano. Saranno quasi 40 giorni di fuoco,cosa servirà per cercare di arrivare allo scontro diretto contro i pianuresi nel migliore dei modi?

“Io penso che noi dobbiamo fare quello che stiamo facendo ora,concentrarci partita dopo partita. Lavorando come stiamo facendo. Sabato a Procida, dopo aver visto questa affluenza abbastanza grande di tifosi,abbiamo un qualcosa in più perché il pubblico si sta riunendo di nuova alla causa e questo per noi può essere soltanto un punto di forza. Io spero di continuare in questo modo marciando con i piedi per terra e in modo umile. Il campionato è ancora lungo,come noi abbiamo un filotto di partite impegnative anche il Pianura lo avrà”.

Mi ha anticipato la domanda,sabato a Procida va dato un giusto plauso ai tanti tifosi che sono accorsi a sostenervi a gran voce…

“Assolutamente. Io ho apprezzato tantissimo le persone che ci hanno seguito a Procida e i tifosi che si stanno riavvicinando alla causa. Come ho già detto in passato, bisogna avere fiducia in questa società e in questa squadra. Ognuno poi prende le sue decisioni. Questa è una società che sta facendo tanti sacrifici e con tanta umiltà è partita da zero cercando di portare l’entusiasmo ad una piazza che merita palcoscenici importanti a cui mancano tanto”.

Siamo soltanto alla terza giornata di ritorno,però la classifica si sta iniziando a delineare soprattutto in zona play-off. C’è la possibilità di distaccare nelle prossime giornate la terza di 10 punti annullando gli spareggi per vedere così due promozioni dirette?

“Noi andiamo in campo per vincere tutte le partite. Se questo ci porta ad arrivare primi o secondi con dieci punti di distacco per noi è solo un bene. Sicuramente visto che ci troviamo lì punteremo a giocarci il tutto per tutto in queste partite. Come ha detto lei la classifica potrebbe anche delinearsi in modo alla fine da farci esultare entrambe le squadre anche se spero che noi  riusciremo a vincere il campionato”.

Si aspettava di recuperare ben nove punti in cinque partita dal Pianura,una squadra che era partita come un rullo compressore…

“Io ho sempre creduto nella nostra squadra. Purtroppo abbiamo avuto delle defezioni per via degli infortuni e qualche assenza. Non mi sento di dire partite storte,perché già dall’inizio noi non meritavamo quel distacco così grande dalla prima. Io me l’aspettavo che prima o poi il Pianura frenasse,come in tutti i campionato c’è un periodo che stai al top e poi attraversi un fase calante. In quel momento noi ci siamo fatti trovare pronti e abbiamo continuato a fare quello che stavamo facendo all’inizio”.

Print Friendly, PDF & Email

SPONSOR

Categorie

ViVicentro.it su Google Play Edicola

Google Play store page

Visita la nostra Pagina Facebook

Canale YOUTUBE Ufficiale

Iscriviti al nostro canale

Aiutaci a darti sempre di più

WhatsApp chat